STADIO SAN PAOLO, TRIBUTO ALLE LEGGENDE DEL CALCIO NAPOLI. PIANETANAPOLI LANCIA IL SUO CONTRIBUTO

STADIO SAN PAOLO, TRIBUTO ALLE LEGGENDE DEL CALCIO NAPOLI. PIANETANAPOLI LANCIA IL SUO CONTRIBUTO src=

Un campionato dalle mille emozioni, una stagione che non ti aspetti e il Napoli ancora in corsa per il raggiungimento di un traguardo significativo, che andrebbe a segnare l'ennesimo capitolo positivo di una “storia infinita”. Infinito come l'amore e la passione dei tifosi, autentici trascinatori sugli spalti di uno Stadio storico, che è pronto ad accogliere gli scenari veri del calcio che conta. Le novità che interessano l'impianto di Fuorigrotta sono tante ed oltre all'installazione del noto maxischermo, la società provvederà alla cura di tutti quei dettagli necessari che possono fare la differenza e determinare il salto di qualità. Quel salto di qualità, non solo in campo, che accosterebbe prepotentemente il club azzurro alle glorie del “campionato italiano” con ricordo al passato e sguardo lungimirante. Le ultime notizie riferiscono che dall'ambiente amministrativo un gruppo di consiglieri comunali abbia maturato l'idea di intitolare ogni settore dello stadio con il nome di un giocatore prestigioso del passato. Passato recente e remoto, quando si tratta di Napoli, costituiscono dei punti di riferimento per poter dare il giusto tributo ai campioni che hanno scritto la storia del club azzurro. La proposta proveniente dall'amministrazione comunale avrebbe destato l'interesse del presidente De Laurentiis tanto da aver fissato per martedì prossimo un incontro per discutere meglio su tale iniziativa. La storia del calcio Napoli passa anche attraverso le “mura” del San Paolo e se si arrivasse ad una decisione concreta oltre ad importare un'autentica novità si andrebbe a coinvolgere maggiormente l'enfasi e la sensibilità della tifoseria. Ad ogni settore un nome del passato e ad ogni tifoso la consapevolezza di incitare i colori di un grande club, che ha conosciuto e visto le gesta di giocatori ammirevoli e soprattutto di seri professionisti del pallone.

 

Anche la redazione di Pianetanapoli vuole completamente sposare l'iniziativa avanzando una propria ipotesi nell'attribuire ad ogni settore un calciatore del passato azzurro: partendo dalle curve, accantoniamo le prime due lettere dell'alfabeto, ed iniziamo ad immaginare quali nomi potrebbero risultare idonei ad indicare il luogo della tifoseria più vivace e creativa, pronta ad incitare con cori ed esultanze i propri beniamini in campo. A tal proposito le curve potrebbero onorare le gesta di Maradona e Careca, che con assist e gol, giocate e “bombe” (la famosa bomba del brasiliano ndr), sono stati gli autentici protagonisti delle annate scudetto. La classica comunicazione tra le due curve andrebbe così a rispecchiare l'intesa che c'era in campo tra i due “mostri sacri”. Passando poi per i distinti il nome di Totonno Juliano andrebbe perfettamente a sottolineare le grandi doti professionali e di fedeltà alla maglia azzurra. Un professionista che si è sempre “distinto” durante la sua lunga carriera, da buon napoletano ha onorato i colori azzurri in campo e fuori sia come calciatore che come dirigente, oltre ad essere il primo giocatore del Napoli a vestire l'azzurro nazionale. La tribuna Nisida o Laterale potrebbe essere dedicata al Petisso Pesaola, che ha legato profondamente la sua carriera alla città di Napoli sia come calciatore, ricoprendo il ruolo di “laterale” offensivo, e poi come allenatore, lasciando un ricordo indelebile di sé e del suo operato come la storica vittoria della coppa Italia per una squadra di serie b ed entrando di diritto nelle leggende del calcio italiano. Per la tribuna Centrale si potrebbe celebrare un altro indimenticato giocatore ed allenatore, compagno di squadra di Pesaola, Luis Vinicio detto “O'lione” dai tifosi del Napoli negli anni 60. Era un vero punto di riferimento al “centro” dell'attacco, forte fisicamente e sulla panchina del Napoli sfiorò anche lo scudetto alla metà degli anni 70. Questa importante iniziativa verrebbe accolta con grande e sentito entusiasmo da tutti, tifosi ed addetti ai lavori per un presente ancor più brillante, perchè il ricordo delle vecchie glorie del passato come punto di riferimento avrà il suo effetto su un futuro roseo, strabiliante e soprattutto sempre più azzurro.

Translate »