LIVORNO-NAPOLI: EMERGENZA PREANNUNCIATA

LIVORNO-NAPOLI: EMERGENZA PREANNUNCIATA src=

E' già successo e se questi ultimi giorni di mercato non rilanceranno le quotazioni partenopee in entrata capiterà ancora. Napoli senza le due bocche di fuoco e senza neanche i loro sostituti, in questi casi che siano all'altezza o meno è relativo: Quagliarella è squalificato mentre Lavezzi tornerà dall'infortunio solo per la sfida con l'Inter, Hoffer si blocca proprio quando poteva conservare il suo primo gettone da titolare in Serie A.Per il resto è deserto. In tale situazione, ricordando la cessione di Pià, il tecnico è costretto a ridisegnare la squadra per fronteggiare un'emergenza che, ad ogni modo, diventa prevedibile in un gruppo spoglio di riserve di ruolo in un torneo lungo e stressante. Urge ritornare sul mercato. Urge almeno un rinforzo nel reparto offensivo, sempre numericamente parlando perchè se poi si scende nel dettaglio, allora le urgenze passano a due vista l'insistenza dell'austriaco nelle poche presenze marcate. Alla faccia dei cinque milioni di euro spesi, almeno in passato, uomini come Claudio Terzi (primo esempio di "bidone" come si dice nel belpaese) arrivarono in prestito senza gravare sulle casse societarie. Proprio adesso, potrebbe pensare Walter Mazzarri. Proprio quando di fronte c'è il Livorno, squadra che lo portò alla ribalta consacrandolo e esaltandolo…

 

Livorno. Serse Cosmi non la penserà come il proprio dirimpettaio: i nuovi acquisti Esposito e Bellucci, saranno subito in campo portando a cambiamenti sostanziali nel modulo del tecnico romano: niente 3-5-2 ma 3-4-1-2, una sorta di "Mazzarri Style". Squadra più stretta a ritmo lento con l'obiettivo di lasciar scoprire gli avversari per poi colpirli in contropiede. I tre difensori, comunque, si presentano lenti e macchinosi soprattutto nella zona centrale e destra; centrocampo, orfano di Candreva, girerà su Mozart con Moro pronto a coprirlo mentre Filippini e Bergvold cercheranno di coprire l'intera fascia; Tavano e Bellucci si cambieranno spesso di posto lasciando solo Lucarelli a fare da boa.Indisponibili. Knezevic, Galante, Pieri

 

Formazione (3-4-1-2) De Lucia (1); Perticone (2), Rivas (4), Esposito (16); Filippini (3), Mozart (21), Moro (20), Bergvold (8); Bellucci (20); Tavano (10), Lucarelli (99)     Panchina: Benussi; Marchini, Raimondi, Danilevicius, Vitale, Pulzetti, Diniz   All. Serse Cosmi Ballottaggi: Bergvold 60% – Vitale 40%; Moro 75%-Pulzetti 25%

 

Napoli.  Superarsi è quasi la vocazione di Walter Mazzarri. Dopo la continua corsa al record, ora il tecnico toscano dovrà provare a raddrizzare una situazione pesante. Salta il 3-4-2-1 senza Bogliacino, vicino a Denis ci sarà il solo Hamsik; confermato l'intero gruppo con Campagnaro che rientra dopo la squalifica e Grava al posto di Contini ormai passato in secondo piano nelle preferenze di Walter Mazzarri. Mentalità solita: squadra corta e veloce con palla a terra e qualche sporadico lancio dalle retrovie. Maggio potrebbe trovare spazio se dovesse giocare Bergvold più portato ad offendere che a difendere, meno spazio per Dossena che dovrebbe partire titolare con Aronica che entra in ballottaggio con Grava per la linea difensiva. Probabile 3-5-2 con l'inserimento di Cigarini.

Indisponibili. Quagliarella e Rinaudo (squalificati), Lavezzi, Hoffer, Santacroce, Bogliacino

 

Formazione (3-4-2-1) De Sanctis (26); Campagnaro (14), Cannavaro (28), Grava (2); Maggio (11), Gargano (23), Pazienza (5), Cigarini, Dossena (8); Hamsik (17), Denis (19)     Panchina: Iezzo; Contini, Aronica, Zuniga, Rullo, Maiello, Insigne   All. Walter Mazzarri Ballottaggi: Dossena 60%-Aronica 30%-Contini 10%

Translate »