LAVEZZI-NAPOLI: SCENEGGIATA STUCCHEVOLE

LAVEZZI-NAPOLI: SCENEGGIATA STUCCHEVOLE src=

Il tormentone è destinato a durare a lungo. Pareva ci fosse stata una apertura, una schiarita ed invece il braccio di ferro continua. Ognuno sulle sue posizioni. Il Napoli e Lavezzi restano lontani proprio nel giorno in cui sembravano avvicinarsi. Mentre Marino si dice ottimista, Lavezzi punta i piedi, va via in anticipo e chissà se e quando tornerà. Bussa a denari il Pocho, prova a non farsi prendere per il collo Marino. Spontanee sorgono alcune domande: fin quando si andrà avanti con questa stucchevole pantomima? Qual è la reale volontà delle parti? E’ giusto tenersi un giocatore che non vuole restare a Napoli? Ognuno ha le sue ragioni: il Napoli vuole fortemente che il contratto sottoscritto un anno fa sia osservato fino alla fine, Lavezzi pretende che le promesse verbali di fine anno siano tramutate in fatti concreti, in quell’adeguamento dell’ingaggio non giustificato dal girone di ritorno disputato. Si era già capito tempo fa che il Pocho non aveva più voglia ed era tutta una questione di contratto… 

I tifosi vogliono sapere, ma adesso è difficile individuare la soluzione della vicenda. Si sta andando ad un muro contro muro che non aiuta nessuno. E’ bene uscire allo scoperto, parlarsi chiaramente e decidere subito, perché il Napoli e Donadoni non possono aspettare. Una soluzione potrebbe essere quella di venirsi incontro, come spesso avviene in queste occasioni. Cedendo leggermente rispetto alle posizioni iniziali si potrebbe addivenire ad un punto d’incontro interessante: Lavezzi che guadagna quanto Quagliarella fino al 2014 (2 milioni di euro invece che 2,5), il Napoli – che non vuole rinunciare a cuor leggero al campione argentino – che riscrive il contratto sulla base di promesse regresse senza però cedere completamente al ricatto imposto dai procuratori del Pocho. Si lavorerà in questo senso, perché lasciarsi adesso probabilmente non gioverebbe a nessuna delle due parti. Né al Pocho, che a Liverpool non ha il posto sicuro rischiando di guadagnare di più ma di perdere la Nazionale e il Mondiale; né al Napoli che senza Lavezzi sarebbe costretto a ridimensionare i suoi programmi.Il tormentone ha già stancato, per favore fate presto. 

Translate »