UNA BOCCATA D’OSSIGENO

Servivano tre punti per calmare la piazza e preparare al meglio la trasferta al caldo di Doha e la squadra ha risposto grazie al solito bomber di scorta

Benitez chiama e il Napoli risponde. Avversario ormai allo sbaraglio questo Parma e basta davvero poco al Napoli per portare a casa i tre punti che rendono serenità alla squadra e all’ambiente in vista della gara di lunedì che tutti i tifosi aspettano per vendicare il sopruso di Pechino. Primo trofeo stagionale in palio che non cancellera’ i malumori di questo inizio di stagione ma che sarà importante per ripartire a Gennaio con verve e la determinazione che poche volte abbiamo visto in questi quattro mesi.

Benitez aveva ammonito l’ambiente spalleggiato dal Presidente prima di questa gara e la risposta è arrivata dai suoi uomini meno considerati come Duvan Zapata che ancora oggi è andato a segno dimostrando che sottoporta la sua pr stanza fisica servirebbe un po’ di più specie contro avversari che danno poco del “tu” al pallone come i difensori del Parma di oggi tra cui annoveriamo un mai rimpianto Santacroce. siamo sempre più curiosi di vedere Duvan in coppia con il Pipita perché sarebbe più un problema per gli altri che per noi. Chissà che un giorno Benitez non si ricreda. Un gol ogni 71′ per il colombiano grazie alla rete di oggi ed è difficile trovare un bomber di scorta con una media e i gol segnati da Duvan. Altra nota positiva il rigore siglato da Mertens che ha scaldato i motori in vista di lunedi.

Passa quasi in secondo piano un dato….erano quattro giornate di campionato che gli azzurri non chiudevano una gara con la porta inviolata. ma oggi contavano solo i tre punti e basta perché per una sera il terzo posto è tornato agli azzurri e ora la pressione e per altri per una domenica. La musica non cambia, a gennaio il campionato deve avere una svolta e Doha può segnare la strada.

Voltiamo pagina adesso e saliamo sul caravan petrol. Nel deserto può crescere un fiore e speriamo che sia azzurro per un felice Natale.

Antonio Lembo

Laureato in Ingegneria Elettronica nel 1999 e Giornalista Pubblicista dal 1996 grazie all'esperienza formativa in Rotopress.

Translate »