Altro che la linea di Sarri, la difesa di Ancelotti è superiore. Si o no?

 

ACCUSA(PM. LUIGI GIORDANO)

Il Napoli è arrivato al quinto cleansheet consecutivo, in questo 2019 un gol al Napoli lo ha fatto solo lo Zurigo su calcio di rigore. Eppure gli azzurri stanno giocando senza la guida Albiol, operato al tendine. Ma la quadratura Carlo l’ha trovata al di là degli interpreti. Da quando si è messo 442 Ancelotti gli azzurri hanno subito gli stessi gol della Juventus. Eppure la forza della difesa della Juventus, la famosa BBC è stata decantata da tutti in questi anni. Ma non era la linea di Sarri ad aver fatto quadrare i conti negli ultimi anni? Solo balle, Ancelotti ha trovato compattezza anche senza Albiol e con un terzino più offensivo come Malcuilt rispetto al più difensivo Hysaj che giocava con Sarri. Risolto il problema endemico di soffrire sulle palle inattive, perché con Sarri si marcava a zona e si guardava la palla, ora si marca ad uomo e come noi di pianetanapoli scrivevamo le difficoltà su questo tipo di situazione in partita si poteva eliminare provando qualcosa di differente

DIFESA(AVV.ANTONIO LEMBO)

 Guardando le statistiche il Napoli dello scorso anno aveva trovato un ottimo equilibrio difensivo con appena 15 reti subite in campionato a questo punto della stagione contro le 18 del Napoli di oggi. Va dato di certo merito ad Ancelotti di aver trasformato anche in fase difensiva questa squadra che ad inizio anno era apparsa un po’ troppo vulnerabile tanto da subire nella prime tre uscite ben 6 reti di cui tre mortifere contro la Sampdoria. Una sconfitta che ancora oggi pesa tanto nella corsa al primato. I difensori di certo non sono cambiati e Albiol anche scorso anno non era stato sempre presente. Di certo Ancelotti ha lanciato un giocatore “offensivo” come Malcuit e resuscitato Maksimovic ma ha anche trovato un centrocampo che si è maggiormente assestato dando così più copertura. Il Napoli di Sarri giocava con difesa molto più alta e con meno diga in mezzo al campo considerando la non grande fisicità di Jorginho verso un Fabian o la qualità e velocità dello Zielinski di queste ultime settimane nel rilanciare l’azione mentre Hamsik era maggiormente un metronomo e faceva correre più il pallone (molto bene) delle gambe come nell’ultimo periodo. La marcatura a zona o a uomo in difesa ha forse avuto maggiore efficacia nell’ambito europeo dove la fisicità di molti avversari ha fatto di certo preferire il modo di difendere di Ancelotti. La scuola di Sarri ha fatto comunque crescere giocatori come Koulibaly o Ghoulam o Rui oltre allo stesso Albiol (disastroso agli inizi Sarriani). Ancelotti ha completato e affinato un percorso mettendo la sua esperienza al servizio del Napoli per il definitivo salto di qualità.

Translate »