Tatticamente: la manovra offensiva contro il Sassuolo

nasso

Continua la rincorsa degli azzurri al secondo posto.Chiusa la pratica Sassuolo e Roma che continua nella pareggite a soli 3 punti.

Benitez conferma Andujar nei pali,rientra Koulibaly nella linea difensiva,con Zapata per Higuain squalificato e Gabbiadini preferito a Mertens e De Guzman.

Primo tempo ostico con il Sassuolo nonostante la linea difensiva per 2/4 cambiata per infortunio nei primi 15 minuti messo molto bene in campo con una squadra che difende alta e pungente in avanti con Berardi che che ha costretto Ghuolam in una gara difensiva e Zaza che svaria su tutto il fronte offensivo.Troppo giro palla orizzontale e poco movimento senza palla del Napoli,tranne con Hamsik che nel primo tempo è stato l’unico a creare opportunità da goal. Con un cross di Maggio dalla destra dove calcia alto in area di rigore ,con un azione individuale dove Consigli gli respinge il tiro,e in una situazione di gioco dove vi è l’immagine,con un ripartenza con palla immediata su Gabbiadini che con un passaggio lo trova nello spazio che lo slovacco ha attacco servendo poi Zapata che dopo un ottimo movimento non trova il tempo giusto per impattare la palla.

Secondo tempo,Sassuolo più lungo,Napoli più arrembante.Zapata prima sfiora il goal di testa,poi ancora su ripartenza scaturita da Hamsik,di forza porta in vantaggio il Napoli. Poco dopo raddoppio azzurro,ancora con l’asse Zapata che da classico centro boa attende l’arrivo da dietro del capitano azzurro che piazza alla sua maniera nell’angolo opposto.

Azzurri che vincono meritatamente una gara non semplice avendo di fronte una delle poche squadre della Serie A che gioca a “calcio”,e con un ritrovato ( speriamo) Hamsik che può essere l’ago della bilancia decisivo per l’attacco al secondo posto.

MASSIMO CARCARINO

Translate »