Perché si prende sempre gol nel secondo tempo?

ACCUSA(Pm Luigi Giordano): Il Napoli anche quando vince le partite e le domina, ha subito il 70 % dei suoi gol nei secondi tempi. Dato che lo scorso anno il Napoli è stata la seconda difesa del campionato e ha difeso molto bene, Sarri aveva dato un’impronta davvero significativa al modo di difendere, con la marcatura sulla palla piuttosto che sull’uomo. Quest’anno invece le cose sono cambiate, nonostante la quaterna difensiva sia rimasta immutata e sono arrivati validi rinforzi come Maksimovic e Tonelli. Soprattutto la chiave di valutazione è che si sono subite reti dopo il 60 minuto come se la squadra dopo aver difeso bene fino ad allora subisce dei blackout inspiegabili. Perché se l’allenatore è lo stesso e i giocatori pure quest’anno rispetto allo scorso anno ci sono dei cali di concentrazione, come mai non si difende con garra ed attenzione fino al 95°? Come mai con un anno di lavoro in piu’ le disattenzioni e la linea non ben fatta si acuiscono e non regrediscono? Sarri siamo sicuri che ha capito come risolvere il problema?

DIFESA(Avv.Antonio Lembo)

I gol subiti quest’anno sono figli di una situazione tattica completamente diversa da quella che ha affrontato Sarri lo scorso anno e spesso anche figlia di errori dei singoli che sono imprevedibili  e non certo analizzabili a tavolino o con un drone. Qualche passaggio a vuoto di Reina, l’infortunio di Albiol, autentico perno della difesa, qualche errore di troppo anche di Hysaj e Ghoulam in fase di marcatura, e di Koulibaly per eccesso di confidenza nei propri mezzi, hanno segnato diverse gare. Ma un aspetto che non va sottovalutato e che nessuno pensa a volte, è che la difesa non è fatta solo di difensori ma ci sono anche attaccanti e centrocampisti che devono essere da supporto. Ecco partirei proprio dal cambio dei centrocampisti davanti alla difesa, uno dei temi principali che hanno segnato forse più del dovuto il riassetto tattico. Nel momento in cui manca il filtro davanti alla linea dei 4, negli uno contro uno le possibilità di subire gol aumentano. È su questo che Sarri sta lavorando da iniziò anno e i risultati fino all’infortunio di Milik e Albiol erano stati positivi. Poi tante cose sono passate per una fase di assestamento e ancora adesso, con le assenze forzate di Koulibaly e Ghoulam si è dovuto rivedere il pacchetto arretrato. Avrà di certo più qualità nei reparti , specie quello arretrato, ma cambiare sempre uno o due difensori a partita non è mai facile e qualche aspetto nel rodaggio va concesso, sia ad inizio che a fine gara. Sarri ha certamente le idee chiare su cosa fare e adesso servirà solo avere la giusta pazienza verso alcuni giocatori che o hanno giocato poco o hanno ancora tanto da migliorare tatticamente nella fase difensiva indipendente dal ruolo canonico.

Translate »