Non brillanti ma vincenti

Non è stata una squadra fluida e ammaliante come le altre volte, non è stata una partita entusiasmante, anzi. Oggi però era importantissimo conquistare i tre punti, e gli uomini di Maurizio Sarri ci sono riusciti con il minimo sforzo. Basta un guizzo dell’uomo che non ti aspetti: Christian Maggio, che come sei/sette anni fa delizia il pubblico con uno dei suoi guizzi consueti, conquistandosi poi il calcio di rigore che Jorginho tira nel peggiore dei modi avendo tuttavia la fortuna di raccogliere la respinta di Scuffet per poi depositare il pallone in rete. È inevitabilmente l’episodio che decide l’incontro, anche perché gli azzurri decidono poi di tirare il fiato fino alla fine, non senza qualche rischio di troppo.  Nella prima frazione di gioco i friulani entrano in campo con un’aggressività e un’intensità mai viste in precedenza. Il trio difensivo composto da Angela, Samir e Danilo riesce ad arginare perennemente Dries Mertens, esausto, che non trova mai il varco giusto per pungere. Non assistiamo al consueto gioco veloce poiché il Napoli probabilmente ha voluto mettere in risalto l’altro aspetto caratteristico di una grande squadra: quello di gestire senza grossi patemi il match rinunciando ad attaccare, ma senza mai rischiare. L’Udinese, al di là della garra, è poca roba eccezion fatta per Barak e De Paul che mostrano di avere una tecnica nettamente superiore alla media dei propri compagni e tentano di impensierire Reina con delle conclusioni dalla distanza non chissà quanto pericolose. In definitiva possiamo essere contenti dal momento che i partenopei sono riusciti a preservare risorse essenziali in vista di un Dicembre a dir poco infuocato. Venerdì sera al San Paolo ci sarà il match più atteso della stagione, contro la Juventus. I bianconeri non sembrano imbattibili, anzi la retroguardia sembra avere qualche lacuna di troppo. Fatto sta che Allegri è sempre uno stratega e siamo sicuri che manderà in campo la miglior formazione possibile. Servirà un Napoli carico a pallettoni. Venerdì sapremo se è davvero lecito sognare…per il momento ci accontentiamo di questa ennesima vittoria in campionato ottenuta con astuzia e maturità.

Translate »