NAPOLI – LECCE: ENTRO NATALE, PUOI…

NAPOLI - LECCE: ENTRO NATALE, PUOI... src=

Dodici punti da qui al Natale, qualificazione in Champions League e quella puzza di bruciato che toglie il sonno. Non è un momento di ordinaria amministrazione per gli azzurri, ma il tempo giusto per cominciare a spingere. In campo il doppio delle forze, poi relax natalizio in attesa del nuovo anno e di quello che verrà. Questa gara potrebbe segnare buona parte del futuro partenopeo in campionato nonostante questa serie A viva sulla mediocrità più ampia che regala la possibilità di posticipare la grande rincorsa. Fallire con il Lecce, però, potrebbe risultare una batosta difficile da digerire e se a questa dovesse aggiungersi la più catastrofica delle ipotesi, relativa alla gara di mercoledì, allora l'aria diventerebbe irrespirabile per tecnico, società e buona parte della squadra. Il Lecce, intanto, non se la ride: Di Francesco è sulla graticola da tempo e un tonfo al San Paolo potrebbe costargli il posto. Dulcis in fundo, quel sonno perduto alla vista di Al Munsour: che i soldi siano un contorno nella vita di tale famiglia araba si era capito da tempo, ma fiutare un sospetto del genere va ben oltre il redditizio portafogli. Meglio evitare drammi e preparare da lunedì la grande sfida, magari, i premi, cambieranno strada…

Lecce. Di Francesco rischia di veder saltare la propria panchina a pochi giorni dal Natale. L'idea del tecnico salentino sarà quella di preservare le penne cercando di ottimizzare la sfida almeno con un punto. Finto 5-3-1-1, finto perchè uno dei due esterni, Mesbah, effettivamente aggira da centrocampista spostando in sincronia l'intero reparto a scalare sul lato mancino. Difficilmente si presenterà una punta massiccia mentre il sostegno sarà affidato ad un piccolo alterego di Giovinco. Occhio ai calci da fermo e alla lentezza del reparto arretrato.

Indisponibili. Olivera, Ofere, Giacomazzi

Formazione (5-3-1-1) Benussi (81); Oddo (30), Ferraro (13), Tomovic (40), Esposito (5), Mesbah (11); Obodo (8), Grossmuller (20), Strasser (14); Pasquato (77); Murel (24)      All. Eusebio Di Francesco

Ballottaggi. Muriel 70% – Corvia 30%

Napoli. Ennesima prova per il turn over in zona difensiva. Meglio risparmiare Campagnaro e Cannavaro già visibilmente provati nella gara di martedì scorso. Spazio alla coppia argentina Fernandez – Fideleff con quest'ultimo all'ultima chiamata prima di un definitivo giudizio. Straordinari per la linea mediana che presenta uomini contati e non in perfette condizioni. Cavani sarà in ballottaggio, ma la sensazione è che verrà riconfermato Pandev almeno da titolare

Indisponibili. Donadel, Britos

Formazione (3-4-2-1) De Sanctis (1); Fernandez (21), Aronica (6), Fideleff (3); Maggio (11), Inler (88), Dzemaili (20), Dossena (8); Hamsik (17), Pandev (29); Lavezzi (22)     All. Walter Mazzarri

Ballottaggi. Maggio 80% – Zuniga 20%

Translate »