KONSTANTINOS MITROGLOU, UNA BELLA IDEA PER GENNAIO

KONSTANTINOS MITROGLOU, UNA BELLA IDEA PER GENNAIO src=
Konstantinos Mitroglou detto Kostas, è nato a Kavala il 12 marzo del 1988, da bambino lasciò la Grecia per emigrare con i suoi genitori in Germania in una piccola città vicino Duisburg, per questo possiede il doppio passaporto. Dopo aver trascorso le giovanili nel piccolo club del Neukirchen nel 2001 passa nel vivaio del Duisburg. Nel 2004 si trasferisce nel settore giovanile del Borussia Monchengladbach, dove si afferma come uno degli attaccanti più prolifici tra gli Under-19, siglando 38 reti. Dal 2006 viene promosso in pianta stabile nella seconda formazione del Borussia  Monchengladbach, con la quale realizza 10 reti. Dopo le grandi prestazioni nel Campionato europeo di calcio Under-19 del 2007 in Austria, fa ritorno in patria, acquistato dai campioni di Grecia dell'Olympiakos. L’anno successivo viene posto ai margini del nuovo progetto e colleziona solo 7 presenze e due reti in campionato e 5 partite nelle competizioni europee. Nella stagione 2009-2010 gli viene data fiducia e diventa titolare inamovibile. Il 20 ottobre 2009 va a segno per la prima volta in Champions League, nella vittoria interna per 2-1 contro lo Standard Liegi. Negli ottavi di finale realizza anche una rete contro il Bordeaux, che non serve ad evitare l’amara eliminazione alla sua squadra. Termina la stagione con 45 presenze e 14 reti in totale. Nel campionato seguente, essendo utilizzato con il contagocce, viene ceduto in prestito al Panionios nella finestra di gennaio. Il 16 gennaio 2011 debutta con una decisiva doppietta in casa dell'Aris Salonicco, a fine stagione colleziona 16 presenze condite da 9 gol. Dopo aver fatto ritorno all’ombra del Pireo, si trasferisce nuovamente in prestito all'Atromitos, e la stagione 2011-2012 si rivela in assoluto quella più prolifica a livello personale. Segna 16 reti in 28 presenze nella Super League e grazie anche al suo contributo la squadra arriva alla finale di Coppa di Grecia, persa proprio contro l'Olympiakos. La stagione 2012-2013 è quella del ritorno di Mitroglou alla casa madre. In campionato è autore di 11 gol in 25 partite, mentre in Champions League va a segno contro Arsenal e Montpellier. L'11 maggio trionfa con la sua squadra nella Coppa di Grecia, vinta grazie al 3-1 contro l'Asteras Tripolis. In questa annata, tra Champions League, Super League, Coppa di Grecia e Nazionale ha siglato 18 reti. Inoltre, entrato nel giro della nazionale maggiore nel 2009, in 28 presenze ha gonfiato la rete 8 volte. L’ultimo gol è stato importantissimo per la Grecia visto che è valso la qualificazione ai prossimi mondiali a discapito della Romania negli spareggi di novembre. Alto 1.89 per 86 chili, Mitroglou, che usa prevalentemente il piede sinistro, è il classico attaccante d’area, capace di fornire assist al bacio con le sue sponde di testa e di finalizzare alla grande tutti i palloni che transitano nell’area piccola. Ha firmato con l’Olympiakos un contratto che scade il 30 giugno del 2016, e il valore di mercato si aggira attorno ai 4,5 milioni di euro. Visto che il Napoli non possiede un sostituto di esperienza per il Pipita, ingaggiare questo calciatore e offrirgli una ribalta più probante per le sue capacità, rappresenterebbe un vero affare.   

Translate »