DANIELE MANNINI, IL RISCATTO DELL’ALA LOW COST

DANIELE MANNINI, IL RISCATTO DELL’ALA LOW COST src=

Dopo la partenza di Luigi Vitale in quel di Bologna nell’ambito dell’affare Britos, la corsia mancina del Napoli ha perso un discreto ricambio. Premettendo che a destra gli azzurri sono coperti in quel ruolo avendo due ali veloci quali Maggio e Zuniga, quale potrebbe essere la riserva di Dossena sull’out di sinistra? Mister Mazzarri e il presidente  De Laurentiis hanno dichiarato che in quel ruolo la rosa del Napoli è coperta con lo spostamento in avanti di Salvatore Aronica. Ma visto che il lucchetto palermitano è stato più costante in fase difensiva che in quella di spinta, perché non puntare su Daniele Mannini? Si, l’ala polivalente che il Napoli è riuscito a riscattare dalla Sampdoria per una manciata di euro. Daniele ha già ricoperto quel ruolo nell’era Reja, quando riusciva a fare bene sia la fase di copertura che la fase offensiva. Di certo, il calciatore verrebbe adattato, ma i risultati possono essere più che buoni. Dopo la vicenda doping che lo ha visto fermo per un po’ di tempo, la cessione in comproprietà alla squadra blucerchiata sapeva un po’ di bocciatura per lui, visto che comunque ha sempre ben figurato con la maglia azzurra. Il primo anno è andato alla grande con la maglia della Samp, riuscendo a conquistare il quarto posto valido per il turno preliminare di Champions e mettendo a segno 5 reti. Nella seconda stagione, purtroppo, è stato protagonista anche lui in negativo nella retrocessione della Doria. Quest’anno sembrava destinato a non vestire più la maglia del Napoli quando, last minute, la società partenopea lo ha riscattato per circa 500 euro. Ora, visto che si può “tamponare” il rincalzo di sinistra con il sempre presente Mannini, meglio puntare su di lui che conosce già il modulo adottato da Mazzarri. In campo ha sempre fatto valere il suo contributo, dargli una chance vorrà dire non sperperare il valore di un calciatore acquistato dal Brescia nel gennaio 2008 per circa 7 milioni di euro. Andare sull’usato sicuro, spesse volte, può risultare prolifico.

Translate »