Cristiano Ronaldo nella storia del Real Madrid

Hola,

Cristiano Ronaldo non intende fermarsi. Il campione portoghese del Real Madrid ha segnato cinque gol per la seconda volta in carriera contro l’Espanyol : era già successo lo scorso anno contro il Granada nel 9-1 finale al Bernabeu.

CR7 si trovava a secco dopo due giornate di Liga e in queste settimane già ci sono state tante critiche rivolte verso di lui. Non era mai successo che il campione portoghese non andasse in gol nei primi due incontri di campionato. Una cosa, però, è certa: mai criticare C.Ronaldo.  In casa dell’Espanyol, in appena 17 minuti, il portoghese ha messo a segno una tripletta nell’ultima giornata di campionato, firmando le altre due reti nella ripresa.
I cinque gol rifilati alla squadra di Barcellona gli hanno permesso di superare così Raul Gonzalez come marcatore di tutti i tempi del Real Madrid nel campionato spagnolo. 231 gol contro i 228 dell’ex leggenda del calcio spagnolo. Al terzo posto troviamo Alfredo Di Stefano con 216 centri con la maglia “blanca”, mentre dopo l’attaccante spagnolo c’è Carlos Santillana, che segnò ben 186, con Hugo Sanchez a quota 164 reti con la “camiseta blanca”.

Ma non è finita qui. Il portoghese si trova in quarta posizione nella classifica dei capocannonieri della storia della Liga con 231 gol in 202 partite, dietro solo a Messi (285), Telmo Zarra (251) e Hugo Sánchez (234) ed Cr7 ha eguagliato anche le triplette di Leo Messi (32).

Inoltre, Cristiano Ronaldo è il secondo giocatore di tutta la storia del club madrileno con una cinquina segnata fuori casa in partite ufficiali, dopo Gaspar Rubio nel 1929.

CR7 con questa tripletta è il primo giocatore a raggiungere quota ottanta gol in Champions League. Un record destinato ad essere ritoccato dallo stesso Ronaldo ma anche da Messi, in una corsa infinita tra i due fuoriclasse di Real Madrid e Barcellona. Leo Messi, l’eterno rivale, è a quota 99 partite in Champions League, con 77 reti e già stasera contro la Roma potrebbe tallonare il nazionale portoghese. Ma è proprio con questa tripletta che CR7 ha superato la Pulce, al 55esimo ha rotto gli indugi realizzando il rigore del 2-0, dopo qualche minuto ecco la doppietta sempre con un tiro dagli undici metri ed infine all’81esimo ecco servito l’hat-trick per toccare quota ottantuno gol in Champions League. La tripletta realizzata da Cristiano Ronaldo è stata la terza realizzata in Champions League e ora comanda anche la classifica dei rigori, con 11 gol realizzati dal dischetto. Ma non finisce qui. Ieri sera con i tre gol realizzati, CR7 ha raggiunto quota 499 reti in carriera e ora è già partito il conto alla rovescia per il suo cinquecentesimo gol: l’occasione giusta potrebbe arrivare già sabato, quando alle 16 il Real Madrid scenderà in campo al Santiago Bernabeu contro il modesto Granada. Cinque reti con lo Sporting Lisbona, 84 gol in Premier, 38 in FA Cup, 17 in Coppa di Lega, 81 in Champions League, 230 in Liga, 28 in Coppa di Spagna e 6 nelle supercoppe a cui si aggiungono le 122 partite con 55 reti in gare ufficiali con la maglia della Nazionale del Portogallo per un totale 769 partite e 499 reti all’attivo.

¡Hasta la próxima!

Translate »