Super Baka a servizio di mister Gattuso

 

Cari lettori azzurri, ben tornati ad una nuova puntata di “Reality Napoli”.

Un episodio abbastanza agrodolce in quanto ci ritroviamo dopo i fatti accaduti settimana scorsa, riassumendo, il Napoli ha perso per 3-0 a tavolino contro la Juventus, avendo anche un punto di penalità aggiuntivo.

Ma ora basta pensare a cose negative, la parte dolce è sicuramente che i ragazzi di mister Gattuso sabato hanno battuto l’Atalanta per 4-1, sfatando i falsi miti che vedevano i partenopei abbattuti dopo la sentenza. Una delle luci più splendenti nella piovosa serata napoletana è stato un uomo che è arrivato a Napoli in punta di piedi, in un marasma generale, ossia Timoué Bakayoko, in prestito secco dal Chelsea. L’abbraccio tra i due ex Milan è stato molto sincero, facendo trasparire dalla TV un vero e proprio sentimento di rispetto reciproco.

L’episodio di quest’oggi sarà incentrato su di loro e sul loro rapporto mai deterioratosi.

Cosa avrà detto “Ringhio” per convincere Baka a venire a Napoli nelle ultime ore di mercato?

Ovviamente precisando di mantenerci sempre in un campo prettamente satirico. Immaginiamo che il tecnico calabrese prenda il telefono e chiami il centrocampista e gli dica:

“Timo come stai? Da quanto tempo che non ci vediamo. Senti, in nome del nostro rapporto ai tempi del Milan, devo chiederti un favore.”

E Bakayoko risponde:

“Mister che piacere sentirti, io sto bene, un po’ arrabbiato per questioni di mercato perché il Chelsea non mi fa andare via, loro pagano per farmi fare la bella statuina, io invece voglio giocare. Comunque dimmi tutto.”

E Gattuso illuminato in volto:

“Era quello che volevo sentire, devi venire assolutamente a Napoli, ho bisogno di te per dare quel poco che manca alla squadra per essere perfetta. Sarai il mio Superman e mi aiuterai come fossi Lois Lane.”

Baka ancora:

“Mister se me lo chiedi così accetto, farò mettere subito i miei agenti in contatto con il vostro d.s, gli diremo che Bakayoko è in saldo e che il Chelsea vuole liberarsi del mio ingaggio.”

Gattuso conclude:

“Perfetto Timo, sapevo che mi avresti salvato, anche se all’inizio al Milan ce le stavamo per dare, sei sempre stato tra i miei preferiti. Ti aspetto a Napoli allora.”

Anche Bakayoko conclude:

“Mister dovrebbe essere facile liberarmi per una squadra che realmente crede in me e mi vuole. Ci vedremo a Napoli molto presto, resisti sto arrivando.” 

Per il momento da casa Napoli è tutto, appuntamento a settimana prossima per una nuova puntata di “Reality Napoli”.

Francesco Reale

Mi chiamo Francesco Reale, sono nato a Napoli ed ho 22 anni. Mi sono diplomato all’I.S.S Giancarlo Siani di Napoli ed attualmente frequento il terzo anno di università, presso la Federico II di Napoli, alla facoltà di lingue, culture e letterature moderne europee.

Translate »