CON CONTE PER CONTARE QUALCOSA

CON CONTE PER CONTARE QUALCOSA src=

LA ROSA

 

 1 Gianluigi Buffon · Portiere (’78) 

 2 Marco Motta · Terzino destro (’86)

 3 Giorgio Chiellini · Difensore centrale (’84) 

 5 Michele Pazienza · Centrocampista centrale (’82) 

 6 Fabio Grosso · Terzino sinistro (’77) 

 7 Simone Pepe · Ala destra/sinistra (’83)

 8 Claudio Marchisio · Centrocampista centrale (’86)

 9 Vincenzo Iaquinta · Punta (’79)

10 Alessandro Del Piero · Attaccante (’74)

11 Paolo De Ceglie · Terzino/centrocampista sinistro (’86)

13 Alexander Manninger (Austria) · Portiere (’77)

14 Mirko Vucinic · Attaccante esterno/Punta (’83)

15 Andrea Barzagli · Difensore centrale (’81)

17 Elijero Elia (Olanda) · Ala destra/sinistra (’87)

18 Fabio Quagliarella · Punta (’83)

19 Leonardo Bonucci · Difensore centrale (’87)

20 Luca Toni · Punta (’77)

21 Andrea Pirlo · Centrocampista centrale (’79)

22 Arturo Vidal (Cile) · Centrocampista centrale (’87)

24 Emanuele Giaccherini · Ala destra/sinistra (’83)

26 Stephan Lichtsteiner (Svizzera) · Terzino destro (’84)

27 Milos Krasic (Serbia) · Ala destra/sinistra (’85)

28 Marcelo Estigarribia (Paraguay) · Ala destra/sinistra (’87)

30 Marco Storari · Portiere (’77)

32 Alessandro Matri · Punta (’84)

33 Fredrik Sorensen (Danimarca) · Terzino destro/ Difensore centrale (’91)

34 Luca Marrone · Centrocampista centrale (’90)

38 Carvalho Amauri · Punta (’80)

 

L’ALLENATORE

 

Antonio Conte

 

Nato ad Lecce il 31 Luglio 1969

 

IN SERIE A:  22 partite totali

 

        – 8 vinte 

        – 8 pareggiate

        – 6 perse

 

CONTRO IL NAPOLI: 2 partite (1 N 1 P)

 

CONTRO MAZZARRI: 1 partita (1 P)

 

MODULO TATTICO: 4-2-4 (negli ultimi tempi 4-3-3 o 4-2-3-1)

 

FORMAZIONE TIPO: Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Chiellini; Pirlo, (Vidal), Marchisio; Pepe, Vidal, Vucinic; Matri;

GIOCATORE PIU’ IN FORMA: Che sia un campione non è mai stato in dubbio, ma c’è chi l’ha dato troppo presto per bollito e se n’è liberato senza troppi complimenti, dimenticando che avesse solo 31 anni. Andrea Pirlo ha recuperato da qualche problema fisico ed è tornato più forte di prima, con la classe di sempre ma anche con la maturità di chi ha visto tutto in carriera e la fame di chi vuole smentire chi non ha creduto in lui. Ci sta riuscendo fin troppo bene. Ma attenzione anche ad Alessandro Matri, che col nuovo modulo si sta esaltando ed è tornato a segnare alle sue medie, con prodezze anche di pregevolissima fattura. Infine, menzione speciale per Claudio Marchisio, da riserva “scomoda” ad elemento imprescindibile. È in condizione strepitosa: sostanza, qualità e adesso anche tanti gol. Cosa chiedergli di più?

PUNTO FORTE: Con il suo consueto 4-2-4 Antonio Conte stava vincendo molto ma convincendo poco, perché i tantissimi esterni acquistati in estate, fulcro della manovra del tecnico leccese, non riuscivano ad assimilare i suoi dettami e finivano per incidere meno del dovuto. Ecco quindi che con un gran bagno di umiltà Conte ha sconfessato il suo credo tattico sperimentando altre soluzioni per esaltare gli uomini a disposizione. Il 4-2-3-1 e il 4-3-3 sono espedienti per valorizzare Marchisio e Vucinic, due degli elementi più talentuosi in squadra, e per agevolare Matri, che con la seconda punta vicino non stava rendendo al meglio. Con risultati strabilianti, anche in termini di gioco. Complimenti al tecnico per la metamorfosi.

PUNTO DEBOLE: La mossa di cambiare in corsa filosofia tattica ha però lasciato non pochi scontenti. Tutti gli esterni, tranne lo straripante Pepe, ora tengono il muso perché non si sentono più parte del progetto. Per non parlare di alcune riserve eccellenti, specie in attacco, dove Quagliarella, Del Piero, Iaquinta ed Amauri continuano a tirare calci per un impiego praticamente inesistente. A proposito del capitano, molto sta pesando anche la scelta della dirigenza di delegittimarlo pubblicamente. Alcune scelte societarie non piacciono né al pubblico né alla squadra, specie per l’ineleganza con cui vengono prese e comunicate. Il tanto strombazzato “Stile Juve” dei nonni Agnelli sembra lontano anni luce…

COSI’ LO SCORSO ANNO: NAPOLI-JUVENTUS 3-0

NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis; Grava, P.Cannavaro, Campagnaro; Maggio, Gargano, Pazienza, Dossena (23' st Aronica); Hamsik (33' st Yebda), Lavezzi; Cavani (35' st Sosa). A disp.: Iezzo, Vitale, Zuniga, Dumitru. All.: Mazzarri

JUVENTUS (4-4-2): Storari; Grygera, Bonucci, Chiellini, Traorè (1' st Grosso); Krasic, Marchisio, Aquilani, Pepe (21' st Motta), Amauri (7' st Del Piero), Toni. A disp.: Manninger, Giandonato, Legrottaglie, Gianneti. All.: Delneri

Arbitro: Morganti

Marcatori: 20', 26', 8' st Cavani

Ammoniti: Traoré, Pepe (J); Dossena, Hamsik (N)

MARCATORI MIGLIORI: Marchisio e Matri (4 reti)

SQUALIFICATI: Nessuno

INDISPONIBILI: Giaccherini

Translate »