Battuti i fantasmi: tutto all’ultimo giro!

La tensione taglia l’aria al Franchi nella sfida delle 12.30: la Viola ospita il Napoli, costretto dal risultato della Juventus a vincere per non perdere terreno nella corsa alla Champions League.

Partiamo da un punto: se la Fiorentina avesse giocato almeno venti partite con lo stesso agonismo messo in campo contro gli azzurri sarebbe tra quelle a giocarsi almeno un posto per la Conference Leaugue. Dovrebbero prendere appunti squadre come il Torino dalla fame di Iachini: nessun favore, maglie sudate e metaforicamente sangue sputato.

Il Napoli di contro è partito all’ombra della Cupola del Brunelleschi con addosso sinistri presagi che richiamavano qualche stagione fa: la Juventus, in maniera indecorosa, ha sbancato San Siro con l’Inter scudettata e meno di ventiquattro ore dopo agli azzurri toccava ancora riaffrontare la Viola. Nel primo tempo aleggia sulle spalle del Napoli lo spettro dell’insuccesso: aggressiva la Fiorentina, incapaci gli azzurri a sbrogliare la matassa.
Poi la sfortuna dell’ennesimo palo colpito da Insigne ci mette il proverbiale carico da cento sui cuori di calciatori e tifosi del Napoli.

Pronti a piangere l’infausto e ripetuto destino, la Dea fortuna veste la maglia strattonata di Rrahmani: rigore per il Napoli. Insigne quasi lo sbaglia, poi ribattuta ed è gol! Il raddoppio è un auto rete propiziata da una splendida azione orchestrata da Osimhen, Insigne e Zielinski. Fortuna e voglia, grinta e gioia.
Il Napoli espugna Firenze e c’è tempo per uno sliding door tra passato e presente con Lozano che entra in contemporanea all’ex azzurro Callejon, tra i protagonisti del sogno interrotto proprio a Firenze.

L’arbitro fischia, la partita finisce: 0-2 per il Napoli che vince scacciando via i fantasmi, e rimonta sulla Juventus, Vecchia Signora con le abitudini dure a morire. Appuntamento alla prossima e ultima giornata, il destino è tutto nelle mani di Gattuso e dei suoi ragazzi: stavolta continuare a sperare è possibile!

Gabriella Rossi

Laurea Triennale in Lettere Moderne conseguita presso l’Università degli studi di Napoli Federico II, laureanda magistrale Filologia Moderna presso l’Università degli studi di Napoli Federico II. Mi diverte molto la fotografia, scrivere, andare ai concerti , viaggiare e ovviamente tifare Napoli.

Translate »