Sarri: “Nessun contatto con il Napoli”

Alla kermesse “Football Leader”, dopo aver ricevuto il premio come “Panchina Giusta”, l’ex allenatore dell’Empoli, Maurizio Sarri, si è fermato ai microfoni dei media tra cui quelli di MDC, a cui ha parlato soprattutto del futuro. Ecco le sue dichiarazioni:

MILAN O NAPOLI – “Con il Napoli non c’è mai stato assolutamente nulla. Con il Milan ci sono stati un paio di contatti e poi è finita lì. Poi la società rossonera ha scelto ieri, non so se effettivamente il mio nome era ancora nella lista, ma ribadisco che qualche contatto c’è stato”. 

MILANO, NAPOLI, FIRENZE – “Per un allenatore come me, che tre anni fa era in Serie C, sono top squadre del calcio italiano. Mi accontenterei anche di molto meno. In questo momento sono senza squadra, mi accontenterei”.

SEPE E VALDIFIORI – “Sepe è già un giocatore del Napoli, Valdifiori ancora non è del Napoli. Mirko è già pronto per qualsiasi palcoscenico, ha già esordito in Nazionale. E’ molto stimato dalla dirigenza del Napoli: non so se il Napoli lo potrebbe acquistare o meno visto che non ho più contatti con l’Empoli dopo la rescissione del contratto con la squadra toscana. Valdifiori è pronto: può giocare a Roma, a Firenze o a Napoli. Lui farà bene in piazze importanti. Sepe è un portiere di grandissime qualità, che deve ancora crescere sotto qualche punto di vista. A Napoli sarà sicuramente affiancato da un altro portiere e in questa stagione, tra le tante competizioni che la squadra azzurra dovrà giocare, Sepe si ritaglierà il proprio spazio per poter fare il salto di qualità definitivo che gli potrà garantire un nuovo futuro”.

GIOCARE CONTRO IL NAPOLI – “Ho preparato le partite contro il Napoli come ho sempre fatto. La squadra azzurra è forte che cerca di imporre la partita giocando sempre la palla e può concedere qualche spazio. Così come anche la Roma ti lascia lo spazio per colpire. Sono squadre che hanno così tanta qualità che ci puoi perdere sempre e comunque. Contro il Napoli abbiamo avuto la fortuna di andare in doppio vantaggio, così la partita si è incanalata nella maniera giusta per noi. Come tutte le grandi squadre, il Napoli è una squadra che pensa molto a condurre la partita e qualcosa ti può concedere”.

(articolo presente anche su maidirecalcio.com)

Translate »