Pedullà: “Napoli-Athletic Bilbao, i temi del match”

Da una parte la grande favorita, dall’altra la terribile outsider. Davide e Golia, Napoli e Athletic Bilbao: un paragone teoricamente valido, ma da confermare sul campo. Già, perché il brivido corso lungo la schiena dei tifosi partenopei al momento del sorteggio della squadra basca come avversario per l’accesso ai gironi di Champions League è del tutto giustificato. E allora occhio alle possibili chiavi tattiche del match: moduli speculari per i due allenatori, con Benitez che preferisce (almeno inizialmente) Insigne al posto di Mertens e con Valverde che lancia il trio SusaetaBenatMuniain alle spalle dell’unica punta Aduriz (autore di uno strepitoso precampionato). Confermato Koulibaly al centro della difesa casalinga, mentre Britos sarà schierato da terzino sinistro: probabile che la formazione ospite punti ad attaccare proprio da quel lato, approfittando dello schieramento di un giocatore non esattamente non suo ruolo prediletto. I supporter azzurri si affideranno alla vena realizzativa di Gonzalo Higuain che contro i biancorossi ha realizzato ben 8 reti in carriera. L’obiettivo principale del Napoli sarà quello di provare a ipotecare la qualificazione già da stasera, ben consapevole dell’infernale atmosfera che lo stadio San Mames gli riserverà tra sette giorni. Con un occhio al mercato: De Guzman è in arrivo, ma il tesoretto derivante dalla Champions darebbe la possibilità a De Laurentiis di sferrare gli ultimi importanti colpi estivi. Per ben figurare in Europa e per inseguire e coronare il tanto agognato sogno tricolore…
(alfredopedulla.com)

Translate »