Malfitano: “ADL deve essere più chiaro e far lavorare Sarri. Se arrivasse Darmian…”

Il giornalista della Gazzetta dello Sport Mimmo Malfitano ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Goal su Kiss Kiss Napoli: “Mi pare che nelle sue ultime uscite De Laurentiis sia stato abbastanza chiaro, sia riguardo a Higuain che alla progettazione futura del club: parlando di ‘italianizzazione’ della squadra, e portando avanti le trattative intraprese, credo che il presidente voglia costruire il Napoli, ma sicuramente non da dove è stato lasciato Benitez. I capitali derivanti dalla Champions quest’anno non ci sono, dunque è importante sapere che non ci sarà da aspettarsi nulla di estremamente importante da parte del club. Quanto al Pipita, non penso che possa essere venduto a una cifra vicina agli ottanta milioni. Per quanto riguarda l’obiettivo stagionale, esso non sarà certamente quello di raggiungere la Juventus, ma quantomeno quello di rimanere nelle prime due-tre posizioni; in tal senso, però, sarà necessario consentire a Sarri di crescere insieme alla squadra: è alla sua prima esperienza in un grande club, in un contesto dove le pressioni non sono quelle di provincia. De Laurentiis avrà in futuro il dovere di essere chiaro con la gente, specialmente ai primi errori della squadra, nel caso iniziassero delle contestazioni. Non riesco a capire come mai il ritorno di Reina non sia ancora stato ufficializzato. Riguardo all’arrivo di Valdifiori al Napoli occorre sistemare qualcosa a livello contrattuale, ma comunque sia non vedo intesa tra De Laurentiis e il procuratore del trequartista dell’Empoli, il quale peraltro cura anche gli interessi di Sepe. Darmian in azzurro? Ne sarei felice; in quel ruolo ci sono pochi giocatori buoni in Italia, se arrivasse ci assicureremmo un grande esterno per i prossimi sei-sette anni. Fossi il Napoli, pur di arrivare a lui sarei pronto a sacrificare Zapata”.

Translate »