L’ORA DELLE RIFLESSIONI

Il buongiorno ai tifosi azzurri con l’attualità di giornata

Riflettere, tanto, bene e in fretta. La notte di San Siro lascia l’amaro in bocca e la sensazione che non poco sia stato sbagliato; no, non (solo) contro il Milan, prima. Già, ma quando? Difficile circoscrivere gli errori in un singolo momento. In estate, certo, ma gli ostacoli Cagliari ed Empoli, come Chievo e Palermo, e finanche lo stesso Milan di ieri, non necessitavano di campioni strapagati, al di fuori di quelli già in rosa, per essere superati. Approccio molle, squadra in apnea, nessuna reazione; no, non è questo il Napoli visto per gran parte della l’anno scorso e, a tratti, anche in questo campionato. E allora, quando? Nel corso della stagione, anche, troppa carota e poco bastone, troppo riposo e pochi ritiri (annullato anche quello programmato dopo la sconfitta contro i rossoneri), nonostante prestazioni molto al di sotto delle proprie possibilità, in particolar modo da parte di quei campioni strapagati, già in rosa, di cui parlavamo prima. Quindi, quando si è sbagliato? L’ora delle riflessioni è arrivata, guai a tardare, guai a rimandare.. la stagione è ancora lunga, il tempo per rimettersi in carreggiata davvero poco.

Translate »