Il pagellone di Pianetanapoli: promossi, bocciati e rimandati della stagione

La redazione di Pianetanapoli.it ha stilato le pagelle dei calciatori relative alla stagione appena terminata, ecco il responso:

Reina: rimandato– Il portierone spagnolo non riesce a reggere il peso di cinquanta partite stagionali, ha evidenziato qualche problema di troppo sulle conclusioni dalla distanza, rivelandosi tuttavia decisivo contro Genoa e Roma. Ottimo in fase di impostazione, ma serve un’alternativa.

Rafael: bocciato– Nelle due apparizioni contro Spezia e Juventus ha mostrato i suoi limiti, fermo restando che gli sono state concesse poche possibilità.

Sepe: N.G.

Hysaj: promosso– Poteva fare di meglio senza alcun dubbio, probabilmente ha pagato le fatiche degli Europei. Elemento imprescindibile della catena di destra, dà il suo contributo anche in fase offensiva non commettendo clamorose sbavature.

Maggio: bocciato– Seppur con grande rammarico per la professionalità evidenziata costantemente, non ha più l’età e il fisico per ritagliarsi spazio in questo Napoli.

Albiol: promosso– Rendimento migliore tra i centrali, leader maximo della difesa, la sua assenza ha comportato scombussolamento nel reparto. Ineccepibile nel coordinare l’intera linea.

Koulibaly: promosso– Buona stagione per il senegalese, rendimento costante, senza picchi, ma grida ancora vendetta la sciocchezza commessa contro la Roma in casa.

Chiriches: bocciato– Nonostante Sarri si ostini ad affermare la sua conoscenza dei movimenti della linea si è rivelato perennemente lento, in Coppa Italia i suoi interventi in ritardo su Higuain sono costati caro.

Maksimovic: rimandato– Poche opportunità per mettersi in mostra ma non se l’è giocate nel migliore dei modi. Un pò tardivo ad entrare nei meccanismi dell’intera retroguardia.

Tonelli: promosso– Nelle tre prestazioni stagionali si è distinto per i gol, bravo di testa ma rivedibile nell’impostare la manovra.

Ghoulam: rimandato– Troppe lacune in marcatura ed errori individuali grossolani soprattutto nel mezzo della stagione. Per il resto sono stati positivi l’inizio e la fine, in particolar modo si è distinto per i cross perfetti per Milik e Mertens.

Strinic: promosso– Il tecnico di Figline non gli conferisce la legittima fiducia, ciò nonostante ha fatto sempre bene e si è evidenziato sempre preciso e ordinato.

Allan: promosso– Seppur entrato in un giro di turn-over più massiccio si è rivelato fondamentale per il filtro a centrocampo. Imprescindibile soprattutto nei match lontani dal San Paolo, va anche a segno contro la sua ex squadra.

Rog: promosso– Nonostante l’ostracismo di Sarri che ha aspettato l’apprendimento completo della lingua italiana per farlo giocare, ha mostrato tanta intensità abbinata ad una qualità a dir poco invidiabile. Unico appunto l’eccesso di foga.

Jorginho: rimandato– Inizio di stagione pessimo, non supportato dalla squadra che non riusciva a giocare in 30 metri. Nella seconda parte dell’annata si è ripreso alla grande. Bravo nello stretto ma ancora disastroso quando si tratta di rincorrere gli avversari.

Diawara: promosso– Gettato nella mischia nelle gare di cartello, ha conferito fisicità al centrocampo partenopeo. Personalità da vendere per l’ex Bologna.

Zielinski: promosso– Comincia la stagione nel migliore dei modi, indimenticabile la gara contro l’Inter nella quale timbrò il cartellino dopo appena un inuto. In leggero calo da febbraio in poi, condizionato probabilmente dalla brutta prestazione del Bernabeu.

Hamsik: promosso– Determinante, Sarri non ha mai rinunciato al capitano anche a corto di ossigeno. Doppia/doppia per ciò che concerne reti e assist. Decisiva la sua rete contro il Besiktas che ha proiettato il Napoli verso gli ottavi di finale. Decisamente sotto tono, d’altro canto, contro Real e Sassuolo.

Callejon: promosso– Record di realizzazioni stagionali, insostituibile, stacanovista assoluto della Serie A. Sbaglia soltanto le gare contro Bologna e l’ex club: i blancos.

Giaccherini: rimandato– Poche chance per guadagnarsi la promozione, troppo timido allo Juventus Stadium. Si è messo in mostra nelle due gare da titolare contro Spezia e Genoa, nelle quali ha messo a referto 2 reti.

Milik: promosso– A differenza di Rog, conquista immediatamente la fiducia di Sarri creando una variante tattica nel gioco con i centimetri e e i chili che conferisce all’attacco.

Gabbiadini: bocciato– Un pesce fuor d’acqua, non riesce ad amalgamarsi nei meccanismi sarriani. Una partita impeccabile contro l’Inter, ma non è sufficiente.

Pavoletti: bocciato– Voluto fortemente dal tecnico e dal ds Giuntoli, il campo non lo vede quasi mai, si prende la scena per le sue doti innate da show-man.

Mertens: promosso– Sorpresa assoluta, un fuoriclasse che ha saputo trascinare l’intero collettivo. 28 gol, vicecapocannoniere del campionato, merita ampiamente il rinnovo milionario.

Insigne: promosso– Dopo un inizio di stagione al di sotto delle aspettative, esplode letteralmente dalla partita della Dacia Arena. Record di gol, innumerevoli assist; oltre a ciò è il vero e proprio equilibratore della squadra.

Sarri: promosso– Record di punti, quando ha avuto una partita a settimana il Napoli ha regalato sempre uno spettacolo sublime. Ottimo l’esordio in Champions. L’auspicio è che l’anno prossimo possa gestire al meglio le tre competizioni. Carente nella comunicazione.

De Laurentiis: rimandato: passo in avanti per quanto riguarda l’allestimento di una rosa competitiva, iportantissimi i rinnovi di Mertens e Insigne. Evitabilissima la scenata nel post Real-Napoli che avrebbe potuto compromettere le sorti di una stagione intera.

Giuntoli: promosso– Ottimi giovani acquistati, rivelatisi poi fondamentali alla causa, ha il merito di essere riuscito a piazzare gli esuberi, quali Valdifiori.

GOL PIU’ BELLO: Pallonetto da fantascienza di Dries Mertens che vale il gol del momentaneo 5-2 contro il Torino.

MIGLIOR PARTITA: Torino-Napoli 0-5

PEGGIOR MATCH: Napoli-Atalanta 0-2

PEGGIOR ARBITRAGGIO: Valeri, Juventus-Napoli 3-1 di Coppa Italia.

UOMO DELL’ANNO: Dries Mertens

Questo è tutto, la stagione 2016/17 è ormai archiviata. Prossimo appuntamento al preliminare di Champions.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Translate »