CORRIERE DELLO SPORT: "TUTTI GLI UOMINI DEL POST-POCHO"

La partenza di Ezequiel Lavezzi da Napoli è un'ipotesi che, di giorno in giorno, si fa sempre più possibile; nel caso inc ui il Pocho dovesse lasciare l'azzurro, agli azzurri comunque non mancherebbero giocatori che possano rimpiazzare l'argentino sia dal punto di vista tecnico sia da quello emotivo. Nella sua edizione odierna, il Corriere dello Sport individua, in particolare, tre piste per il dopo-Pocho. La prima conduce alla Spagna, per la precisione ma già bravo centrocampista dell'Athletic Bilbao Iker Muniain "gioiellino dell'Athletic Bilbao che s'è preso la scena tra Liga ed Europa League, in una stagione munifica, densa di soddisfazioni, frizzante, sorprendente per un bimbetto (anno di nascita 1992, mese dicembre) che ha mostrato personalità e padronanza tecnica ad alta velocità", anche se "dalla Spagna arrivano controindicazioni determinate dalla scarsa volontà dei baschi di privarsene e poi dall'entità economica d'una eventuale cessione". La seconda porta al nostro campionato, ossia all'astro nascente del football italiano Sebastian Giovinco, "che dalla sua ha non solo le origini, e dunque nessun rischio d'adattamento, ma anche una familiarità con il calcio di casa sua ed una versatilità per far parte del tridente da ricreare intorno a Cavani ed Hamsik. I numeri parlano da soli e al fianco dei quindici gol segnati in questa stagione sensazionale con il Parma è però spuntata la valutazione atomica che Ghirardi ha riconosciuto alla sua formica: 'Se Sanchez e Pastore sono stati pagati 40 milioni di euro, lui vale di più'"; non sarà facile, dunque, per il Napoli poter usufruire delle prestazioni del minuscolo trequartista, anche se, osserva il Corriere, "il Napoli sa quello che deve sul fantasista torinese e intanto osserva altrove, nel pomeriggio studia ad oltranza Lorenzo Insigne (21) in Pescara-Torino, per avere ulteriori nuove sullo scugnizzo divenuto una star della B con Zeman". La terza pista, infine, indirizza al centrocampista brasiliano dello Shaktar Donetsk Douglas Costa, già visionato la scorsa stagione dal ds Riccardo Bigon, "attaccante effervescente come può esserlo un brasiliano tutto lampi, guizzi, finte e dribbling […] new entry nel panorama dei pretendenti alla maglia di quel totem del San Paolo: i venti milioni di euro invocati in passato dall'Ucraina si sono ridotti e la tentazione di riflettere sull'opportunità e di assumere ulteriori informazioni ha allargato la rosa degi eredi". Dunque, l'addio del Pocho potrebbe anche rappresentare un vuoto incolmabile per il Napoli, ma questi giocatori avrebbero comunque la possibilità di essere suoi degni eredi.

V.G.

Translate »