CARPISA- LIVORNO 89-82

CARPISA- LIVORNO 89-82 src=
Carpisa Napoli – Basket Livorno 89-82(21-24: 44-39; 62-58) Carpisa Napoli: Sesay 14, Morandais 5, Larranaga 10, Morena, Spinelli 7, Cittadini 2, Stefansson 7, Rocca 18, Greer 26. Coach: Piero Bucchi Basket Livorno: Phillips 9, Troutman 14, Mc Pherson 19, Dobbins 2, Recker 20, Porta 12, Ingles, Fantoni 6, Gomez, Abbio. Coach: Paolo Moretti Vince ma non convince questa Carpisa. Si pensava ad un successo facile contro i labronici, invece la partita è stata combattuta fino agli ultimi istanti.Probabilmente non si sono acutizzate del tutto le ferite del Paladozza, ma questi due punti sono oro colato per la società di Maione che rischiava di trovarsi risucchiata nel folto gruppo di squadre al settimo posto.Reduce dalla vittoria di Teramo, Livorno teneva a confermare la sua fama di "squadra corsara" e coach Moretti lanciava nel quintetto base Troutman, Recker, Porta, Fantoni ed Abbio; rispondeva Bucchi con l’ormai consueto starting 5.Partenza a razzo per la Carpisa che nel primo quarto pensa già di archiviare la pratica. Precisione chirurgica nei primi 3 minuti di Sesay e Stefansson dalla lunga distanza, che portano Napoli sul 16-7. Poi un clamoroso black-out in attacco, li costringe a subire un parziale di 13-1 con cui si chiude la prima frazione.Il secondo quarto segue la linea dell’equilibrio. E’perlopiù Livorno in vantaggio, ma anche la Carpisa non disdegna di portarsi in avanti, come sul finire del tempo, quando un altro break, questa volta partenopeo, di 14-2 manda le squadre negli spogliatoi sul 44-39.La Carpisa è a +5, ma sono in molti a rumoreggiare per il gioco espresso ed il terzo periodo conferma quanto fatto vedere nei precedenti 10’. Anche in questo quarto si alternano al comando della gara prima gli azzurri, poi gli amaranto.Sono gli ultimi minuti a rendere acceso il match. Napoli, che cominciava sul +6, si fa superare dai tiri di Recker, Phillips, e Mc Pherson. Proprio una bomba dell’argentino a 5’dal termine dà agli ospiti un inatteso +4 (64-68), che viene però subito annullato da uno straordinario Greer, che dopo un lungo torpore, mette a referto 10 pt in tre minuti (77-74). La partita, comunque, non si può considerare conclusa, visto che subito dopo Recker sbaglia il tap-in sul libero di Phillips per il possibile pari, poi Troutman a 50’’ dalla fine perde la palla del possibile 80 pari, mentre Greer, grazie agli ormai vani falli dei livornesi, può chiudere con 2 pt sopra la sua media stagionale (22). Da segnalare, nel finale del primo tempo, l’ingresso in campo per un minuto di Mimmo Morena, che ha raggiunto così 600 presenze in maglia azzurra.Come già detto in apertura, la vittoria fa piacere, ma desta molte preoccupazioni sul prossimo match, ben più delicato, contro la neo-capolista Benetton Tv. LE PAGELLE DI EMANUELE OROFINO SPINELLI 6 Qualche buona giocata e accelerazione. CITTADINI 5 E’ giù di forma già da qualche partita. SESAY 5,5 Assai impreciso nelle conclusioni MORANDAIS 5 Oggi non entra mai in partita. Penalizzato da un infortunio alla spalla. MORENA 10 Di stima per le 600 partite con Napoli. STEFANSSON 6 Gran palla recuperata nel finale, impreciso nei tiri dalla distanza, discreto in difesa. LARRANAGA 6 Bene in difesa, male in attacco. ROCCA 6,5 Fenomenale nei tiri da sotto, carente nei rimbalzi. GREER 6,5 Sonnecchia per trenta minuti, poi nel finale con i soliti lampi di classe risolve il match.

Translate »