BEHRAMI: “IL PASSAGGIO DEL TURNO E’ IL NOSTRO OBIETTIVO. PORTO, PARTITA FONDAMENTALE”;BENITEZ: “HO FIDUCIA NELLA MIA SQUADRA. ABBIAMO DIMOSTRATO DI VINCERE AL SAN PAOLO"

BEHRAMI: “IL PASSAGGIO DEL TURNO E’ IL NOSTRO OBIETTIVO. PORTO, PARTITA FONDAMENTALE”;BENITEZ: “HO FIDUCIA NELLA MIA SQUADRA. ABBIAMO DIMOSTRATO DI VINCERE AL SAN PAOLO" src=

Alla vigilia della sfida decisiva per l’Europa League tra Napoli e Porto, sono intervenuti in conferenza stampa il centrocampista svizzero, Valon Behrami, e l’allenatore Rafa Benitez.

 

Ecco le dichiarazioni di Valon Behrami:

 

PORTO – “Giochiamo in casa e il passaggio del turno è il nostro obiettivo. Domani è una partita davvero fondamentale per capire la nostra forza. Giochiamo contro un’ottima squadra, ma sappiamo che possiamo farcela. Higuain è un attaccante formidabile, qualsiasi squadra dipende da questo tipo di giocatore. L’approccio tattico è quello di sempre: dobbiamo attuare il nostro gioco.. La differenza la farà l’intensità di gioco. In casa ne abbiamo di più rispetto a quando giochiamo fuori. Personalmente mi sento abbastanza bene, non sono al 100% dopo una partita e ho bisogno più tempo per recuperare. Mi piacciono queste sfide, come quella di domani. Il primo tempo a Porto abbiamo giocato in modo passivo: domani non dobbiamo regalare un tempo come accaduto in Portogallo. Il Porto è un’ottima squadra, con buone individualità. Questa settimana sarà fondamentale, dopo il Porto ci sarà la Fiorentina. Fernando è forte sia tecnicamente che fisicamente. E’ difficile affrontare giocatori del genere. All’andata era una sofferenza generale: quando si soffre, si sbaglia tutti insieme a scalare. Bisogna avere lo stesso atteggiamento del secondo tempo di Porto”.

 

SISTEMA  DI GIOCO – “Il sistema di gioco è quello della mia Nazionale, lo conosco bene. Il lavoro è diverso, devo cercar più palla rispetto a quando ero più un uomo d’appoggio. Attualmente non abbiamo un gioco  è fluido. In casa dobbiamo pressare più alti, rispetto alla gara d’andata. Dobbiamo evitare di subire gol e non dobbiamo avere di fretta all’inizio. Si deve fare tutto con equilibrio”.

 

TIFOSI “I tifosi napoletani sono sempre carichi e hanno sempre voglia di vincere. Per noi è stato sempre fondamentale avere tifosi come questi”

 

EUROPA LEAGUE – “L’Europa League è un cammino lungo e difficile, ma è uno dei nostri obiettivi per dare un’immagine del Napoli anche al di fuori dell’Italia”.

 

RUOLO – “Nella mia carriera sono sempre stato un giocatore duttile: se il mister mi chiederà qualcosa in particolare, mi metterò a disposizione.Non ho problemi a ricoprire altri ruoli”. 

 

Ecco le dichiarazioni di Rafa Benitez:

 

PORTO – “Ho fiducia in noi stessi: abbiamo dimostrato tante volte, come in Champions, di vincere al San Paolo. L’obiettivo principale è il secondo posto in campionato, ora però arriva il Porto ed è questo il nostro prossimo obiettivo. Per la crescita è importante andare avanti anche in Europa League: è una competizione che guardano tutti. Senza fretta e senza pausa è il motto fondamentale per tutti. Dobbiamo pensare prima a fare il primo gol.  Il Porto è una squadra fortissima, che ha tanta qualità e dobbiamo stare attenti. Ho parlato con Behrami, che per lui non ci sono problemi a ricoprire altri ruoli. Credo che la squadra giocherà partite di un certo livello, abbiamo ancora le energie e la lucidità per fare bene. Mi piaceva la squadra che faceva tante reti, ma mi piace anche questa squadra che prende pochi gol. L’obiettivo è prendere meno gol ma dev’essere cinica anche in attacco: stiamo lavorando per avere il giusto mix. Higuain è molto contento dopo il gol di Torino. Il calcio europeo è un calcio d’attacco e d’intensità; il calcio italiano è ancora un calcio che guarda prima a non subire gol. Questo il principale cambio di mentalità che bisogna attuare in Italia. Il Porto perderà esperienza con l’assenza di Helton, ma ha due portieri giovani. Mesto è un professionista fantastico, oggi ha lavorato con noi tutta la seduta”.

 

TORINO – “Negli ultimi quindici minuti  di Torino abbiamo mostrato il nostro carattere. Abbiamo una rosa competitiva, che può far bene. Dobbiamo dare credito al Torino, che palleggia nella propria metà campo: la ripartenza, poi, è la loro arma più importante”.

 

TIFOSI – “Il percorso è molto buono ed arrivare in una partita di Europa League con 50/60mila tifosi allo stadio è molto importante per noi. Il San Paolo fa la differenza e vogliamo vedere il nostro stadio pieno di gente. La squadra sarà più forte perché sentirà tutti i tifosi con noi”.

Translate »