ANDREOTTI (PROC. INSIGNE): "IL NAPOLI CREDE IN LORENZO, MA LUI VUOLE ANCORA ASPETTARE"

Si pensa sempre più a lui come immediato sostituto di Ezequiel Lavezzi: Lorenzo Insigne, astro nascente del calcio italiano, in forza al Pescara ma cresciuto nel Napoli e di proprietà della società partenopea, potrebbe tornare alla base già quest'estate. Di questo e altro ha parlato, in un'intervista concessa a Seriebnews.com, il procuratore del giocatore, Fabio Andreotti: "Mi aspettavo una stagione simile dal mio assistito? Non faccio il modesto, seguo questo ragazzo fin da quando era piccolo e posso dire che conoscevamo le sue caratteristiche e ora ci godiamo le nostre idee. Ce l’aspettavamo un esplosione, non ci stupiamo ma ci divertiamo. Anzi sono convinto che se questo giocatore avrà l’anno prossimo la possibilità di giocare in un grande club farà ancora meglio. Sull'ipotesi o meno di un suo ritorno alla casamadre, devo dire che fino a dieci giorni fa il Napoli non ha mostrato idee chiare su Insigne e questo ci dispiace. Non ci mette sfiducia, perchè siamo convinti del valore assoluto del ragazzo. Abbiamo avuto telefonate da club importanti inglesi, da club francesi e da squadre che lottano per l’alta classifica in Italia. Gli abbiamo detto di aspettare, non gli abbiamo però sbattuto la porta in faccia. Gli abbiamo detto di aspettare dietro la porta. Il Napoli ci crede però, anche se l’anno prossimo anno dovesse decidere di mandarlo a giocare. Se così fosse saremmo felici lo stesso. Certo il Napoli non ha nessuna intenzione di cederlo e ci punterà nel futuro. Le intenzioni di Lorenzo? Il Napoli è la sua squadra del cuore, ma è pronto ad aspettare. E’ un ragazzo intelligente e un grande professionista, sa che se andrà a giocare da qualche parte non è perchè il Napoli non crede in lui ma per farlo entrare nel progetto dalla porta principale".

V.G. (fonte: seriebnews.com)

Translate »