ZUNIGA: "CON MAZZARRI HO IMPARATO A GIOCARE A SINISTRA MEMORIZZANDO TUTTI I MECCANISMI. IL NAPOLI CON ARMERO HA PRESO UN GRANDE GIOCATORE"

Juan Camilo Zuniga è l'ospite del salottino di Marte Sport Live: "Contro la Roma, la vittoria è stata fondamentale. Abbiamo battuto una grande squadra. La Juve? Noi non molleremo mai, lotteremo fino alla fine. Sappiamo che è un campionato difficile, ma siamo lì e dobbiamo continuare così. Giocheremo ogni partita come se fosse una finale". Zuniga è stato tra i migliori contro i giallorossi annullando Lamela: "La cosa più importante è che mi sono divertito molto. Per questo ho fatto una grande gara, ho giocato senza pressione. Speriamo di mantenere questo livello, il discorso vale per me ma anche per tutti i compagni. Vogliamo dare il massimo". Zuniga è diventato un titolare della fascia sinistra: "All'inizio ero in difficoltà soprattutto nella fase difensiva. Devo ringraziare Mazzarri: con lui ho imparato a giocare a sinistra memorizzando tutti i meccanismi". Ora è arrivato Armero: "Il Napoli ha preso un grande giocatore, ma è anche una grande persona. Lo conosciamo tutti, non molla mai e vuole sempre vincere. Ci darà una grossa mano. La concorrenza? Non importa, basta che il Napoli riesca a vincere". Domenica c'è il Palermo: "Per noi ogni gara è una finale, sappiamo che non sarà facile. Loro stanno bene, ma noi dobbiamo vincere. Un mio gol? Speriamo presto. Ripeto, contano solo i tre punti. La rebolation? La ballerà tutta la squadra, non solo io e Armero. Lui è il maestro di questa danza. Ho sentito Pablo telefonicamente, gli ho detto che arriva in una grande squadra e in una grande città. Questa squadra è adatta a lui. Io sono contento, è un gran colpo. Lo capirà presto. Napoli mi ha dato tanto, voglio stare a lungo qui, due, tre o quattro anni. Mi trovo benissimo".

(Umberto Tessier)

Translate »