A SUO RISCHIO E PERICOLO

Il buongiorno ai tifosi azzurri con l’attualità di giornata

La sfida col Palermo è da dentro o fuori, tanto per la classifica quanto per il morale sempre più a terra. Un morale che, però, Rafa Benitez ha provato a scuotere ieri nella conferenza stampa pre-gara. Ha snocciolato numeri e statistiche, ricordando che il Napoli è primo nei tiri in porta e secondo in quanto a possesso palla. Ha affermato che, rispetto allo scorso anno, la squadra subisce meno ripartenze avversarie. Ha difeso i giocatori, sia i vecchi (Hamsik über alles) che i nuovi, definendoli in buone condizioni o prossimi a miglioramenti. A suo parere, gli azzurri avrebbero meritato di più, e se i risultati sono scarseggiati è per mancanza di precisione e concentrazione, non certo per motivi psicologici. E s’è detto di nuovo soddisfatto di un mercato che “ha equilibrato la rosa“. Certo, non tutte le seguenti dichiarazioni si poggiano su basi fondate, specie quelle riguardanti lo status fisico dei giocatori (occhio comunque: siamo a inizio stagione). Almeno però Don Rafé, con coraggio e lucidità, ci ha messo la faccia; ancora una volta, e differentemente da qualcun’altro. Ma a suo rischio e pericolo. Immaginate come e quanto si scatenerebbero i suoi detrattori, gli italianisti e le vedove ‘livornesi’, nel malaugurato caso di un flop contro i rosanero…

Translate »