Senza fare sul serio

Ancora un due a due senza convincere per gli azzurri. Due punti in tre partite lanciano un campanello di allarme alla vigilia di un tour de force che vedrà il Napoli all’esordio in europa giovedì e domenica affrontare la Lazio.

Un netto passo indietro per gli azzurri. Contro la Samp si erano visti 50′ di bel gioco e geometrie ma oggi sembrava di rivivere ad Empoli il pomeriggio di Aprile quando Aurelio si innamorò di Sarri e il Napoli non vide palla per un tempo intero. Beh leggendo la gara di oggi forse dovremmo sperare che il Presidente non si innamori di Giampaolo…. Saponara mette sottosopra la linea alta di Sarri così come fece lo scorso anno contro Benitez. Neanche questi quindici giorni di sosta sono serviti a Sarri per trovare i correttivi giusti ad un assetto tattico che manca di protezione alla difesa e di ampiezza in fase offensiva. Hysaj buon giocatore bruciato a sinistra…va sul fondo e cerca sempre il destro. Sembra di rivedere il primissimo Zuniga che il San Paolo riempì di fischi. Valdifiori un fantasma in mezzo al campo che esce con i crampi dopo un fallaccio e un giallo evitabili, Allan che si vede a sprazzi ed ha il solo merito nella ripresa dell’incursione che è valsa il due a due. Due reti subite nei primi quindici minuti intervallatate dalla perla di Insigne che hanno ancora una volta mostrato le carenze del reparto difensivo azzurro sia negli uomini che nella tattica. Troppo alta la linea e, se la tagli, come Saponara nel primo gol, nessuno dei due centrali ha il passo per riprendere l’avversario. Brutto scherzo quello che i suoi ex giocatori hanno fatto al tecnico che gli ha permesso di mettersi in mostra nella ribalta della massima serie, ma forse anche molte le colpe del tecnico che davanti alla pressione dell’ambiente pecca nella comunicazione, specie quando parla di motivazioni, grande problema già lo scorso anno. Mister ma non lo sapeva?

Non va proprio questo Napoli mentre sarebbe ora di fare sul serio. Tre giornate sono poche diranno i più esperti. Sarri ha bisogno di tempo. Ma qui il tempo passa, le giornate si susseguono, la forma stenta a farsi vedere e la piazza mormora. Nella ripresa qualcosa si è visto a sprazzi ma solo perchè l’Empoli è calato vistosamente. Molto di più si può fare con questi giocatori e i correttivi vanno trovati il prima possibile. Napoli già seconda peggior difesa della massima serie e media di due gol subiti a partita e un punto in meno dello scorso anno dopo tre partite. Reti subite tutte allo stesso modo, come tante delle 50 dello scorso anno. Davvero un avvio che con un calendario favorevole pochi si aspettavano. Si è parlato di ridimensionamento, di attendismo, di rifondazione, ma gli undici in campo hanno in più rispetto allo scorso anno giocatori come Allan e Valdifiori che sulla carta dovevano completare in meglio il centrocampo e dare la giusta copertura alla difesa colabrodo. Ma così non è e chi sa se mai lo sarà. Sono scarsi i difensori allora? o la scelta tattica di Sarri è sbagliata con questi uomini a disposizione? E’ ora di fare sul serio. Nei prossimi quindici giorni si parte anche con l’Europa League e arriva la Lazio al San Paolo che darà già il primo big match in pasto ad una piazza poco paziente e ancora non abituata alla parola “progetto” e che soprattutto non ama i paragoni con la provincia dove, forse, lasciano lavorare di più, tanto basta la salvezza. Mister faccia presto a districare questa matassa perchè se resta ingarbugliato poi bisognerà darci un taglio e di solito a pagare non sono mai i giocatori.

Antonio Lembo

Laureato in Ingegneria Elettronica nel 1999 e Giornalista Pubblicista dal 1996 grazie all'esperienza formativa in Rotopress.

One thought on “Senza fare sul serio

I commenti sono chiusi

Translate »