Rizzoli: “Meno contatti e più ammonizioni per garantire sicurezza di tutti”

“Quando si riprenderà a giocare, quando i calciatori torneranno in campo, i comportamenti e gli atteggiamenti dovranno essere diversi dal passato”.

Ne è convinto il designatore degli arbitri italiani Nicola Rizzoli:

“Senza dubbio bisognerà avere comportamenti diversi, ci dovrà essere la giusta distanza fra i giocatori e con gli arbitri stessi. Serve uno step culturale positivo per tutti”.

“Le 5 sostituzioni, sono una proposta della Fifa, ed è chiaro che in una fase in cui si dovranno affrontare molte gare una dietro l’altra e in una stagione particolare bisognerà venire incontro ai giocatori. Sarà poi l’ente organizzatore dell’evento ad accettare o meno la proposta della Fifa”.

“L’audio richiesto da Pecoraro dopo Inter-Juve? E’ giusto chiarire e non fare confusione: le situazioni da protocollo Var sono le sole ad essere registrate, non dagli arbitri, ma dal provider della Lega che, attraverso la stessa lega e la Federazone, mette a disposizione le clip per fare didattica. Queste clip vengono poi mandate all’Ifab e non sono in possesso dell’Aia”. E il presunto audio sparito sul fallo di Pjanic in Inter-Juventus del 2018. “Pecoraro ha richiesto l’intera registrazione di Inter-Juve, una cosa che non esiste e non viene mai fatta. Le uniche registrazioni presenti sono quelle da protocollo”.

Francesco Reale

Mi chiamo Francesco Reale, sono nato a Napoli ed ho 22 anni. Mi sono diplomato all’I.S.S Giancarlo Siani di Napoli ed attualmente frequento il terzo anno di università, presso la Federico II di Napoli, alla facoltà di lingue, culture e letterature moderne europee.

Translate »