RINAUDO E PAZIENZA IN CORO: "LA GARA DI MARASSI FU REGOLARISSIMA"

I due ex azzurri dicono la loro sulla sfida Sampdoria-Napoli del 16 maggio 2009, venuta alla ribalta per le dichiarazioni di Gianello. Ecco le parole di Rinaudo: "Scendemmo in campo molto concentrati e ne venne fuori una gara molto combattuta. Fu gara regolarissima. Ho letto di dubbi ma è tutto inesistente: posso assicurare che il Napoli era ed è una società seria. Quel gruppo era forte e molto professionale: i tifosi possono stare tranquilli. Con Matteo ho avuto un rapporto normale, da compagno di squadra. Non eravamo amici: è un tipo simpatico, scherzoso, ma non eravamo in confidenza. Io, come tanti altri, ho la coscienza pulita: altri non so…". Queste invece le parole di Michele Pazienza: "La gente fa bene a essere indignata. Non si può tuttavia generalizzare. Quella gara fu regolarissima. Mai pensato a cose diverse, mai sentito nulla. Il Napoli giocò come sempre, provando a vincere. Non entro nel merito della questione e non mi va di giudicare chi è coinvolto, so solo che chi ha sbagliato deve pagare in modo esemplare. Non mi va di ergermi a giudice. Non lo conosco più di tanto. In questa storia perdono tutti: calciatori, club, media e soprattutto tifosi. È normale che la gente sia disgustata. Se poi gli stadi si svuotano non è certo colpa del pubblico. Anche a me sentire queste cose provoca nausea".

(Umberto Tessier) (Il Mattino)

Translate »