Pepe Reina: “Sarri è un trascinatore e motivatore nato”

Le dichiarazioni di Pepe Reina ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: “Mister Sarri è un trascinatore ed un motivatore nato, lui lo fa sicuramente meglio di me. Sappiamo l’importanza della partita contro il Verona e saremo sicuramente carichi. Loro sanno che è una società in crescita, a me Napoli fa impazzire per come sono le persone. La gente ti vuole bene, quando stai con la famiglia forse è un po’ invadente ma la stima che ti danno è da ringraziare ed amare, mi sento molto fortunato. Sicuramente Real Madrid e Barcellona sono i club più importanti d’Europa insieme al Bayern Monaco. Speriamo che il Real Madrid faccia bene. Buffon? Tanta roba! Lui ha fatto benissimo per tutti i 20 anni che ha giocato a calcio. La forza mentale e fisica, ma sopratutto tecnica, lo rendono il migliore degli ultimi anni. Koulibaly ha delle qualità importanti, con la fiducia che ha adesso è un giocatore imbattibile. Adesso sta giocando bene anche con i piedi, è un giocatore molto importante per noi e fa migliorare tutti il reparto difensivo. Tutti i difensori stanno facendo una stagione molto positiva. Sarri è una persona che ti parla in faccia e non ha paura di dire le cose, a me piacciono persone cosi sia nella vita che nello sport. E’ importante arrivare nella testa del calciatore ma sopratutto nel cuore di tutti, è quello che sta facendo il mister. Il mister mi ammazza se lo dico! Sappiamo che è realmente difficile, daremo tutto fino alla fine per vincere sempre. Napoli trasmette felicità! Io sono innamorato di questa città, i napoletani hanno dato tanto a me e la mia famiglia. Avevo bisogno di tornare ed è stata una decisione di cuore, ringrazio i tifosi per il sostegno. Sappiamo che in avanti abbiamo giocatori importanti. La sicurezza dietro nel subire pochi gol e poche occasioni ci darà una grande mano fino a fine stagione. E’ bellissimo che la squadra si sta mostrando dura. Abbiamo perso la partita contro il Sassuolo che è una squadra difficilissima da affrontare. I risultati sono stati buoni, per essere in lotta per grandi cose bisogna difendere bene e  questo lo stiamo facendo alla grande. La mia testa è soltanto alla gara contro il Verona e non possiamo pensare più avanti. Bisogna guardare una partita alla volta. Sappiamo l’importanza che ha per i tifosi la gara contro il Verona. Dobbiamo continuare a lottare per le parti alte della classifica. Dopo la sosta tutte le gare sono difficili, l’Hellas è in una situazione complicata e l’allenatore non è in una bella posizione. Per noi significa che la partita avrà una doppia difficoltà. Parigi? Sono dei momenti brutti per tutta la società e non solo per la gente di Parigi. Questa cosa ci tocca tutti, dobbiamo pensare a cosa sta succedendo perchè non è normale. Speriamo per il futuro, ma è una situazione complicata”.

Translate »