NAPOLI, SPIEGACI

NAPOLI, SPIEGACI src=

Carte in tavola, subito: questo non è un atto di accusa. O meglio, lo è ma non è mirato. Chi vi scrive è ignorante in materia di competenze almeno quanto è incompetente chi ha ignorato le esigenze dei tifosi, in occasione della vendita dei biglietti per Chelsea-Napoli. Qui non si punta il dito contro nessuno, semmai si chiedono spiegazioni. Ce ne sono e ce ne saranno da dare, potete star certi. 

 

Il Comune? La Società? Le forze dell’ordine? A noi non interessa, purché sia fatta chiarezza e si capisca perché. Perché Napoli ha perso l’ennesima occasione per non vergognarsi di essere Napoli, perché si dà modo di salire alla ribalta sempre ai soliti noti, perché alla fine chi ci perde sono sempre e solo i tifosi. Quelli veri, quelli puliti, quelli onesti. Quelli che passano la notte in bianco pur di accaparrarsi il biglietto per la partita della Storia, e non gli si dica che sono solo occasionali. Renda conto del suo operato chi non riesce proprio ad evitare di creare resse pericolose, mandando letteralmente al macello ragazzi generosi e affezionati, che darebbero tutto per la propria squadra. Dia spiegazioni anche chi ha promesso la vendita on-line dei tagliandi e invece poi – guarda caso – il sito della LIS si è bloccato quasi subito e nessuno è più riuscito a sbloccarlo. Ci spieghino anche cosa ci vuole a tutelare un minimo la gente perbene, ci facciano capire perché uomini in divisa consentono a qualche decina di animali di prevaricare centinaia di esseri umani, assistendo inermi ad uno spettacolo indecoroso. Chi deve pagare paghi e si tolga dalle scatole, perché in nessun luogo d’Italia si vedono le scene da terzo mondo a cui abbiamo assistito qui, all’esterno del San Paolo. Con l’aggravante che non era la prima volta. 

 

Siamo fieri e orgogliosi quando rispondiamo a tono a chi ci dà degli straccioni, a chi ci guarda dall’alto in basso trattandoci come dei selvaggi senza speranza. Teniamo la testa alta, e abbiamo tutte le ragioni per farlo. Ma poi ci cadono le braccia quando la feccia della nostra città si mette d’impegno per dimostrare che quei bastardi hanno tutte le ragioni del mondo, e anzi ci trattano fin troppo bene. Non è così, lo sappiamo che non è così, ma per dimostrarlo dobbiamo avere la forza dei fatti a supportarci. Purtroppo in questo caso abbiamo colto appieno l’occasione per fare un’altra pessima figura agli occhi dell’Italia intera, ed è per questo che qualcuno dovrà rispondere delle sue azioni. Questo qualcuno ha lasciato l’onesto da solo a combattere contro il disonesto, contro chi ha la forza dell’arroganza dalla propria parte. Un delitto in piena regola. Sperando che quest’episodio serva finalmente da lezione: se vogliono sentirsi veramente grandi, Napoli e il Napoli devono fare un passo deciso verso la maturità. Non serve vincere una partita all’interno dello stadio quando poi all’esterno ne perdi un’altra molto più importa

Translate »