Mancini: “Sarà importante perché giochiamo uno scontro diretto per la prima volta fuori casa”

Roberto Mancini, allenatore dell’Inter, in conferenza stampa alla vigilia di Napoli-Inter: “Siamo davanti, siamo primi in classifica, questo è molto importante. Ho sempre detto, anche quando il Napoli faceva fatica, che con Roma e Fiorentina era una delle squadre più attrezzate e più forte. Sarà così alla fine credo. Sarà importante perché giochiamo uno scontro diretto per la prima volta fuori casa, sarà un buon test, ma non cambierebbe nulla il risultato. Siamo quattro squadre in alto molto vicine, sarà una bella lotta fino alla fine.
Potrebbe essere anche un vantaggio per Sarri: ha certezze, sicurezze, ha sempre vinto con questo modulo e vuol dire che ha fatto le cose giuste, si sta confermando con grandissimi giocatori, vedremo domani sera. Tutto è possibile, non posso neanche dirne quattro oggi. Speravate cinque, ma neanche quattro. Mancano più di 24 ore, è giusto che tutti siano presenti e pronti a giocare. Può esserci di tutto. Non ho mai sentito un allenatore dire che si sta tutta la partita in difesa per poi ripartire in contropiede. Ma può anche essee così se una squadra ti obbliga a metterti in difesa. Il nostro obiettivo è fare una grande partita. Difficile capire quale può essere il miglior schieramento tattico, le squadre buone sono quelle che fanno più gol e ne prendono meno. Difficile vedere un campionato vinto da chi ha segnato meno gol. Le squadre forti difendono bene e con tutti i giocatori. Messi fa due gol a partita, ma l’altro giorno è andato a recuperare un pallone dall’altro lato e si è fatto ammonire. Questa deve essere l’attitudine”.

Translate »