MAGGIO: “NON CI VOLEVA QUEL GOAL NEL FINALE, MA IL PAREGGIO VA BENE”. ARONICA: “DOVEVAMO ESSERE PIU’ CINICI. SIAMO OTTIMISTI PER IL FUTURO”. MAZZARRI: “ABBIAMO AVUTO PIU’ OCCASIONI, DOVEVAMO CHIUDERLA PRIMA”.

Due magie di Zuniga e Cavani non sono riuscite a completare la “remuntada” del Napoli contro la Roma. Un primo tempo deludente da parte degli azzurri, seconda frazione di gioco sugli scudi. C'è il rammarico per il pareggio a cinque minuti dalla fine di Fabio Simplicio che ha anticipato quel tanto che è bastato lo stesso Zuniga.

 

L'uomo partita Premium, Christian Maggio, tutto sommato è soddisfatto: “Peccato per il goal nel finale, la vittoria ci avrebbe proiettato in classifica. Siamo reduci da un periodo poco confortante, un pareggio va più che bene. Lotteremo fino alla fine per conquistare il terzo posto”.

 

Il migliore nel reparto difensivo, Salvatore Aronica, non nasconde la sua amarezza ma è ottimista per il futuro: “E' un punto importante che ci tiene ancora in corsa, dovevamo essere più cinici. La Roma nel primo tempo ha cacciato fuori l'orgoglio, nel secondo siamo venuti fuori noi, l'unico rammarico è non aver chiuso la partita. Ora dobbiamo recuperare le energie e cercare di raccogliere i tre punti martedì contro il Palermo. La nostra condizione è buona, stasera è tornato anche il Pocho dopo l'infortunio, quindi credo che con la rosa al completo ci toglieremo qualche soddisfazione. La finale di Coppa Italia? E' una partita unica, sicuramente avrà una storia a sè”.

 

Walter Mazzarri è contrariato per il 2-2 finale, i suoi ragazzi mancano ancora di esperienza: “Il pareggio non è il risultato più giusto, abbiamo avuto più occasioni da goal rispetto alla Roma. Abbiamo fatto un grande secondo tempo, non siamo riusciti a sfruttare le palle goal che ci sono capitate. Purtroppo abbiamo lasciato molti punti per strada perchè non siamo ancora maturi. Ho tolto Cavani perchè mi sembrava stanco e con Lavezzi in campo potevamo sfruttare di più gli spazi ampi lasciati dalla Roma. Ho deciso di lasciare il Pocho in panchina in quanto non era in condizione, erano dieci giorni che non si allenava. Zuniga? Nel primo tempo male, è un ragazzo che esce fuori alla distanza. Nel secondo tempo ha segnato, ha avuto altre palle goal, non è stato attento sul goal di Simplicio, sono tutti episodi. Sul 2-1 dovevamo chiudere prima la partita, abbiamo avuto troppe occasioni non sfruttate. Ho portato i ragazzi in ritiro perchè volevo che si concentrassero, all'intervallo negli spogliatoi gli ho dato la carica. Peccato davvero. Il terzo posto? Cerchiamo sempre il massimo, dobbiamo fare più punti possibili”.

 

Il dg della Roma Franco Baldini ha cosi commentato il risultato di stasera: “La squadra nel primo tempo ha giocato benissimo, ma nel secondo il Napoli è uscito fuori e ha meritato. La compagine partenopea è tra le più forti. Luis Enrique? E' il nostro allenatore: i tifosi ne hanno chiesto l'esonero, ma piuttosto vado via io”.

Translate »