NANJING, CHINA - JULY 24: Head coach Maurizio Sarri of Juventus and Head coach Antonio Conte of FC Internazionale talk prior to the International Champions Cup match between Juventus and FC Internazionale at the Nanjing Olympic Center Stadium on July 24, 2019 in Nanjing, China. (Photo by Fred Lee/Getty Images)

Le Iene, Occhipinti: “Servizio visto da 2 milioni e mezzo di persone, l’inchiesta continuerà.”

A Radio Marte è intervenuto Marco Occhipinti, autore de Le Iene.

“Ho il cellulare che bolle perché arrivano tanti messaggi, mi hanno comunicato che l’anticipazione video che abbiamo fatto ha raggiunto ben 2 milioni e mezzo di persone. Penso che questa cosa sia d’interesse per i tifosi di calcio e non solo, anche al di là dell’area di Napoli.

Io sono un tifoso della Roma, quindi seguo le vicende del calcio anche se in maniera non attenta. Diciamocela tra di noi: c’è sempre un po’ la divisione tra chi dice che ognuno è artefice del proprio destino (ed è vero) e poi chi parla di fattore psicologico (che conta molto) e di episodi che possono cambiare tutto. Cerco di essere obiettivo: la Juventus, per esempio, in Europa ha avuto episodi sfavorevoli. Il Napoli aveva fatto un’impresa clamorosa a Torino con la rete di Koulibaly, da lì in poi non so cosa è successo nella testa dei giocatori del Napoli.

Sono rimasto sorpreso quando ho scoperto che eravamo stati querelati io e Filippo Roma ma pure Pecoraro e Gavillucci. Le motivazioni? Querela complessa ma loro dicono che li avremmo accusati di aver fatto una frode sportiva a favore della Juventus e per avere raccontato qualcosa di falso, cioè che il VAR fosse intervenuto. Avevamo sempre fatto domande, a partire da un soggetto qualificato come un ex Procuratore Federale che aveva chiesto per iscritto a fine maggio e aveva parlato con il capo degli arbitri Nicchi già a marzo. A giugno fa anche un sollecito, a lui arrivano peraltro tra settembre e ottobre. In seguito Pecoraro si dimette.

Il file completo con gli audio esiste? Questa è una domanda da un milione di dollari. Io penso che se i tecnici dicono che questo file non esista più ci devo credere. Ma è normale che le due tracce – video e audio – fossero separate? Dobbiamo accontentarci della loro risposta, cioè che lo fossero. La traccia audio sarebbe importante perché noi, con il lavoro degli amici non udenti, siamo riusciti a capire che almeno due volte Valeri interviene. La squadra mobile di Bologna si è accorta che Valeri preme il pulsante rosso. La cosa che mi colpisce è che tutti e 3 raccontano esattamente la stessa cosa, anche Rizzoli che non era lì: cioè che volevano sapere chi sarebbe stato ammonito.

L’inchiesta continuerà? Tra una settimana andiamo in vacanza, ce ne siamo occupati un anno fa, ce ne stiamo occupando adesso e quando avremo elementi nuovi torneremo a occuparcene. L’appello che facciamo è questo: se c’è qualche tecnico (abbiamo provato a parlare con Giallatini e l’AIA ma niente) che vuole parlare…La cosa che i 3 raccontano agli inquirenti a Bologna è una cosa che a oggi non trova riscontro nelle immagini. Sarebbe interessante capire come e quando è avvenuta questa conversazione. Avremmo voluto parlarne con loro ma non è stato possibile.”

Francesco Reale

Mi chiamo Francesco Reale, sono nato a Napoli ed ho 22 anni. Mi sono diplomato all’I.S.S Giancarlo Siani di Napoli ed attualmente frequento il terzo anno di università, presso la Federico II di Napoli, alla facoltà di lingue, culture e letterature moderne europee.

Translate »