JORGINHO E VALDIFIORI: CIAK, SI GIRA

valdifiori

Riflettori puntati sul campo, registi pronti a guidare gli attori del rettangolo verde. Una cabina e due professionisti del pallone: Jorginho e Valdifiori, protagonisti del nostro duello.

 

 

PERSONALITA’: JORGINHO 7, VALDIFIORI 7

Manca ancora l’ultimo passo per diventare definitivamente grandi. L’empolese, già ventottenne, è arrivato tardissimo in serie A, proprio a causa dei suo limiti caratteriali. Il brasiliano ha leggermente patito il grande salto da Verona a Napoli ma l’età è dalla sua parte.

TECNICA: JORGINHO 8.5, VALDIFIORI 8.5

Punto forte, marchio di fabbrica per due registi con i fiocchi. Giocate illuminanti e tocchi di fino. Merce rara…

VELOCITA’: JORGINHO 6.5, VALDIFIORI 6

Passo cadenzato, nota dolente per Jorginho e Valdifiori. Il calciatore del Napoli, però, è discretamente rapido nel breve.

GESTIONE DEL PALLONE: JORGINHO 8.5, VALDIFIORI 7.5

Va sul sicuro il calciatore partenopeo, bravo nel dettare i tempi d’inserimento dei compagni e nel controllare lo sviluppo della manovra, senza eccedere in personalismi. Talvolta Valdifiori, anche in situazioni complicate, tenta la giocata difficile, di uscire in bello stile palla al piede, eludendo il pressing avversario. Rischi che possono costare caro.

CAPACITA’ REALIZZATIVE: JORGINHO 6, VALDIFIORI 6

Possono fare decisamente di più, i numeri parlano chiaro…

TOTALE: JORGINHO 36,5, 35

Vince il Napoli, vince Jorginho, pronto a tornare in campo dal primo minuto, per vincere il duello anche sul campo.

Translate »