Iovino (procuratore Perisic): “Conosco Ivan da quando aveva 17 anni. Accetterebbe Napoli”

“Conosco Perisic da quando aveva 17 anni. Quel “piano piano” detto dopo Italia-Croazia non significa che stiamo chiudendo col Napoli. Ma, quando una squadra importante come il Napoli è interessata, il calciatore è chiaramente lusingato. C’è stato qualche contatto con Toni Martic, ma nulla di più. Ad agosto ne parlammo, ma prendere Perisic non sarà facile. Perisic può giocare in molti ruoli, è forte di testa, fisicamente è ben piazzato e va in gol facilmente. Non parlo di cifre, ma il Wolfsburg non ha bisogno di soldi e quindi di vendere. Perisic accetterebbe Napoli, ama l’Italia e il club azzurro fa parte delle grandi squadre. Thomas Meunier è stato convocato già tre volte per il Belgio. Lo seguo da diverso tempo, è bravissimo. Non è al livello di Perisic che ha ovviamente più esperienza, ma parliamo un ragazzo davvero interessante e che consiglio. Il Napoli non ha bisogno di chiedere informazioni perché è ben informato ed è difficile che un calciatore possa rifiutare. La ragazza di Meunier, tra l’altro, è metà italiana”, le dichiarazioni Franco Iovino, procuratore di Ivan Perisic.

 

Translate »