Insigne: “Da napoletano ho grandi responsabilità. Brutta immagine di Napoli? Falsità”

Lorenzo Insigne ha parlato ai microfoni della testata France Foootball:

“Ho sentito molta pressione fin dal primo giorno in cui sono arrivato al Napoli perché si aspettavano sempre qualcosa di più da me. Ed è quello che ho cercato di fare rispetto agli altri giocatori, anche perché sono un tifoso prima di essere un calciatore. Sono peggio di un ultra! Potrebbe essere una brutta cosa per alcuni, ma per me è così”

Napoli e la sua reputazione

“Non lo dico perché sono napoletano, ma chi viene a trascorrere qualche giorno di vacanza qui si innamora perdutamente della città. È la nostra qualità, sappiamo come ricevere. Quando ne parlo con i miei attuali compagni di squadra, nessuno di loro intende andarsene perché, al di là dell’attuale classifica, si sentono perfettamente bene qui. È spiacevole che quando un giocatore riceve un’offerta dal Napoli e un’altra dall’Inter, dalla Juve o da Milan, sceglie quasi sempre la seconda soluzione. Abbiamo un’immagine negativa, spero che questo cambi nel tempo”.

La situazione della Nazionale

“Penso di non rendermene ancora conto (…) Immobile, Verratti, Bonucci ed io rappresentiamo ora i veterani del gruppo. Barzagli, Buffon, De Rossi e forse Chiellini si sono ritirati a livello internazionale. Ho ricevuto messaggi da loro pochi giorni dopo questa eliminazione, hanno detto che ora toccava a noi giocare, che avevamo la personalità e le potenzialità per riportare l’Italia in cima. Daremo tutto. “

Marco Verratti

“Sono innamorato di Marco! Nel suo lavoro, è il migliore del mondo, non perché siamo stati compagni di squadra. Ho trascorso un anno con lui a Pescara, e un paio di allenamenti sono stati sufficienti per rendermi conto di quale fenomeno fosse (…) Marco non è ancora pienamente consapevole dei suoi mezzi, è un ragazzo eccezionale, ma è come se a lui non importasse un po ‘di volte. “

Emanuele Ranzo

Appassionato di calcio, iscritto alla facoltà di giurisprudenza, ex arbitro, ama la lettura, la politica ed il cinema. Alla sua prima esperienza giornalistica

Translate »