GIUSEPPE ALESSI: IL MANCINO PERDUTO

GIUSEPPE ALESSI: IL MANCINO PERDUTO src=

Giuseppe Alessi nasce a Torino il 14 Aprile del 1977 sotto il segno dell'Ariete. Centrocampista centrale dal mancino pure, all'occorrenza trequartista di poco movimento e di buona tecnica di base nonostante l'estrema lentezza nei movimenti. Alessi inizia la sua carriera calcistica nelle giovanili del Torino prima di tentare l'esperienza campana a Torre Annunziata dove finisce al Savoia in prestito: 31 presenze e 3 goal con la soddisfazione della promozione in Serie B conquistata dopo la finale spareggio con la Juve Stabia. Torna a Torino, ma solo per qualche mese prima di firmare con il Napoli di Walter Novellino, quel Napoli targato Corbelli – Ferlaino trascinato dai goal di Schwoch e Stellone verso una promozione quasi insperata. Alessi timbra solo tre presenze complice un primo brutto infortunio al ginocchio ginocchio sinistro. Il Napoli ritrova la Serie A e Alessi, invece, torna in Serie C1 per vestire la maglia del Livorno: 32 presenze e 5 goal, quasi tutti su calcio da fermo confermando la proprie qualità balistiche da categoria superiore, ma certamente non da Napoli. A fine stagione torna all'ombra del Vesuvio per rimettersi in gioco con gli azzurri appena retrocessi. Anche stavolta solo 9 presenze e una sola giocata degna di nome: un calcio di punizione in Coppa Italia che sfiora il palo esaltando le fantasie dei più fantascientifici tifosi. Resterà tale, solo fantascienza, perchè prima il poco carattere della gioventù che non gli permette di sopperire alle pressioni, poi l'ennesimo infortunio e Giuseppe Alessi lascia definitivamente Napoli a fine stagione. Ricomincia dalla Liguria in Serie C1 con la maglia dello Spezia: 5 stagioni, il periodo più ampio, con 122 presenze e 14 goal. Nell'estate del 2007 passa alla Reggiana in serie C2, nonostante l'ultima esperienza in cadetteria, e conta ad oggi 102 presenze militando ancora in maglia granata in Serie C1. 21 goal all'attivo ed un contratto appena rinnovato fino al 2013 per quello che dovrebbe essere la sua ultima esperienza calcistica. Alessi trova in Napoli nel suo rimpianto più grande dichiarando più volte come la giovane età non abbia giocato a proprio favore. Contro il Napoli, dopo tutto ci giocò anche contro nella stagione 2004-05 in Supercoppa di categoria che condannarono gli azzurri dopo lo 0 a 0 in Liguria e l'1 a 1 al San Paolo grazie ai goal firmati da Pelatti e Bogliacino su rigore mentre per Sosa si vide annullare un goal nel finale

Translate »