Dinamo, Mikhajlichenko: “Noi rodati, ma Napoli più forte”

Il calcio italiano lo conosce bene, Oleksji Mikhajlichenko: ha vinto uno Scudetto con la Sampdoria nel ’91, quando l’URSS esisteva ancora e lui, biondo mediano di buona levatura, proveniva proprio dalla Dinamo Kiev, cresciuto sotto l’ala protettrice del leggendario colonnello Lobanosvkji. E alla Dinamo poi ci è tornato, tanto da esserne oggi il suo direttore sportivo. E in quelle vesti, a ormai non molte ore dal debutto in Champions col Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni in esclusiva ai colleghi di Tuttomercatoweb:

“Ho seguito il Napoli in questo inizio e la gara col Palermo mi ha impressionato perché è andato a giocare a Palermo imponendo la sua forza e schiacciando l’avversario. Credo che gli azzurri siano i favoriti del girone ma noi ce la giocheremo, anche perché a mio avviso questo è un girone piuttosto equilibrato”.

In che condizioni si presenta la Dinamo per questa partita?
“Siamo pronti, magari con un po’ di energie spese dato che veniamo dallo scontro diretto contro lo Shakhtar e prima ancora i nostri giocatori erano impegnati con le rispettive nazionali. Bisogna recuperare le forze ma non mancano gli stimoli e qui a Kiev c’è grande attesa e voglia di grande calcio. Il campionato nazionale purtroppo sta attraversando un momento difficile, dato che il numero delle squadre partecipanti è sceso a 12, di conseguenza c’è ancor più attesa per le coppe e per questo all’Olimpiyskiy sarà una bella festa per il calcio. Mi aspetto una partita molto nervosa ed equilibrata”.

Il campionato ucraino è iniziato a luglio. Crede che questo possa favorire la Dinamo, più rodata di un Napoli con tre partite sulle gambe?
“Potrebbe essere un vantaggio ma c’è anche l’altra faccia della medaglia, rappresentata da una stagione che si è chiusa tardi con gli Europei e iniziata presto col campionato”.

Quante possibilità ha la Dinamo di fare risultato?
“Sappiamo che non sarà facile ma per noi sarà fondamentale partire col piede giusto perché ce la giocheremo all’ultimo punto con Besiktas e Benfica. Anche un pareggio sarebbe un bel risultato, noi puntiamo a raggiungere l’obiettivo giocando un buon calcio”.

Translate »