DI NATALE INVITA I CAPITANI A STAR VICINO ALLA SORELLA DI MOROSINI

"Mario era come un fratello per me, ci tenevo particolarmente. Era un ragazzo stupendo che aveva sofferto tanto e viveva per la sorella gravamente malata, era tutto per lui. Ho chiesto a tutti i capitani della serie di starle vicino, aiutandola. Ieri era impossibile giocare, è stata una giornata tragica. Complimenti all'Inter, all'Udinese e al presidente federale Abete che hanno compreso la situazione. Era giusto fermarsi". Questo il ricordo commosso del capitano dell'Udinese, Antonio Di Natale, ai microfoni di Sky

Translate »