De Laurentiis: “James costosissimo, ma si può fare. Due ostacoli per Manolas”

Il presidente Aurelio De Laurentiis è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli.

Queste le sue dichiarazioni:

Sulle amichevoli:

”Avevo promesso un regalo ai tifosi durante il periodo di ritiro. Ad un certo punto non ho potuto parlare perchè avevo un impegno con la controparte che stabiliva che non potessimo parlare ne io ne loro. Ma oggi posso dirlo: dopo il ritiro di Dimaro, ci sarà un doppio confronto col Barcellona, uno di andata il 7 agosto in Florida, a Miami, ed uno di ritorno a Detroit. Inoltre nel ritiro di Dimaro non faremo più partite a Trento ma solo a Dimaro, contro tre formazioni di Serie B, tra cui il Benevento. Dopodichè andremo in Scozia per giocare con il Livepool. Dopodiché a Marsiglia e appunto la doppia sfida al Barcellona”

Siamo al calciomercato:

”James Rodriguez? Abbiamo sempre detto che avevamo bisogno di mettere appunto i due terzini e l’attaccante. James risponde ad un quadro di desideri di Carlo Ancelotti. Non so quanto risponda alle nostre esigenze di gioco, però la professionalità di un simile calciatore non si mette in discussione. Però se il mister lo desidera ampiamente, sa quanto potrà essergli utile. Allora io ho detto: va bene, anche se costosissimo, andiamo avanti! Se non dovesse andare in porto questa operazione che stiamo portando avanti con l’amico portoghese (Mendes), allora passeremo alla possibilità di prendere Lozano. Io sto sentendo che si possano prendere entrambi: ragazzi, adesso non esageriamo perchè abbiamo una serie di giocatori straordinari. Poi io ho sempre detto: noi prima dobbiamo vendere, poi comprare. Il mercato non si è ancora aperto: dal 1 luglio si passerà dagli orali agli scritti e bisognerà essere più freddi nelle acquisizioni. Ma ripeto prima bisognerà vendere quelli non utili alla causa ancelottiana.

Manolas? Ci stiamo lavorando nel momento in cui Albiol ha mostrato il suo disinteresse a lavorare altrove. Se vuole andare via, considerata anche la ‘tenera’ età, ci fa solo un piacere. Però ci sono vari problemi: so che ha un problema caratteriale, che ogni tanto fa le bizze; abbiamo bisogno di uno spogliatoio sano. Poi c’è un altro scoglio, la Roma. Stiamo verificando come poter acquisire ad un prezzo consono e giusto per un giocatore che sta andando verso una certa età. Non bisogna sperperare il denaro. Già avendo lui uno stipendio importante, se gli andiamo ad aggiungere il prezzo del cartellino poi andiamo a toccare cifre non da mercato italiano. Con tutto il rispetto per Manolas, io ritengo che costi molto meno. Io non sono un disperato: ho una squadra doppia, non mi manca nessuno. Dobbiamo migliorarla ma senza fare follie. All’estero è molto più semplice trattare. Ad esempio col Real Madrid impiegai una telefonata di tre minuti per trovare all’epoca l’accordo per Higuain. Auguriamoci di trovarne anche un altro, quello con James. Mendes è un amico. Sicuramente James sarà molto costoso. Ma se dobbiamo fare un sacrificio, per uno solo si può fare!”

Sul campionato:

”Sarà molto divertente con Sarri da una parte e Conte dall’altra. Tra l’altro avremo un Bologna una Lazio che avranno sicuramente da dire la loro. Sarà un campionato con tanti scazzottamenti ed il tifoso non potrà che gioire di tutto ciò”

Alessio Pizzo

Studente in Comunicazione Digitale, appassionato di calcio, tecnologia e buone letture. Vanta già esperienza giornalistica con 100 *100 Napoli

Translate »