CORRIERE DEL MEZZOGIORNO: GLI ULTIMI SVILUPPI SUL SOSPETTO SABOTAGGIO AL SAN PAOLO

Nell'edizione odierna, Il Corriere del Mezzogiorno fornisce ulteriori dettagli sul presunto sabotaggio al San Paolo, relativamente ai sospetti danni provocati sia al terreno di gioco sia al sistema di videoosorveglianza: "L'inchiesta sul sabotaggio delle telecamere di videosorveglianza del San Paolo apre nuovi e inquietanti scenari sulla sicurezza dello stadio partenopeo. Perché in attesa di chiarire se le cause della devastazione del manto erboso siano soltanto casuali — ovvero se il fungo che ha provocato l'inaridimento del campo sia spuntato naturalmente o sia stato artatamente innestato nel prato — nuovi elementi affiorano nell'intricata vicenda legata all'impianto di Fuorigrotta. Il Napoli, ad esempio, pur non essendo a conoscenza della manomissione delle telecamere, qualche mese fa aveva chiesto al Comune un massiccio potenziamento del servizio di guardiania al San Paolo. Perchè nel corso dell’anno, sia per le note vicende legate agli ingressi illegali durante la settimana che per il caso del boss a bordo campo, erano state troppe le falle nel sistema di sicurezza del campo. Il Comune, per stessa assicurazione dell’assessore allo Sport Pina Tommasielli, si era immediatamente attivato. Aumentando i controlli nonostante troppi varchi siano sempre facilmente accessibili".

V.G.

Translate »