Corbo: Caso Lapadula, il Napoli è accerchiato?

Ho discusso per un’ora con due colleghi. Tema: il Napoli ha perso anche il 27enne Lapadula. Gianluca Lapadula, attaccante con carriera oscura, torinese figlio di un barese e di una peruviana, che si è presentato a Milano per le visite mediche con le solite frasi dolciastre. , potete immaginare la fluviale banalità delle altre.
Marco Azzi, Dario Del Porto ed io siamo d’accordo solo su un punto. Una società non può tollerare un altro infortunio. Tratta Lapadula da molto tempo, e giovedì il presidente del Pescara confermava ancora l’accordo con il Napoli. Lapadula aveva già fatto invece la prenotazione per andare a Milano. Possibile che anche Ottaiani prenda il giro il Napoli o una radio napoletana?
Azzi e Del Porto li ho lasciati fermi sui loro dubbi. Saranno loro a manifestarli: come, dove e quando vogliono.
I miei ricadono nell’ovvio. Provo ad elencarli.
Il presidente Aurelio De Laurentiis e l’amministratore delegato Andrea Chiavelli, i soli che decidano gli acquisti, dovrebbero guardarsi intorno. E capire. Il Napoli è accerchiato da oscure manovre? Qualcuno tenta da Torino e Milano di fermarlo? Il tandem dirigenziale non gode di buona stampa tra i procuratori?
Ancora prima che sia individuato il motivo di tanti, troppi rifiuti sarebbe opportuno che De Laurentiis e Chiavelli dicessero se davvero avevano puntato su Lapadula, come su André Gomes, Kramer, Wrsaljko, Klaassen, Herrera e qualche altro giocatore riconducibile alle ultime voci di mercato.
Di certo c’è poco. Magari paradossale. Il Napoli si rivela come la migliore agenzia del mercato. Appena tratta un giocatore, quel nome sta per mesi sui giornali e in tv, finché non arriva qualcuno a prenderlo. Essere trattato dal Napoli dà due garanzie. 1) cambierà città. 2) Il nuovo club non sarà il Napoli ma un altro club, felice di soffiarlo alla squadra rivelazione del campionato.
La strategia (trattare tutti e perdere tutti) ha comunque un vantaggio. Fa sognare i tifosi per almeno un mese. La delusione sarà mitigata dalla prossima notizia di mercato, ce n’è sempre una nuova.

antonio corbo per il graffio di repubblica

Translate »