BIGON: "SENZA PENALIZZAZIONE SAREMMO SECONDI, DONADEL E’ PIENAMENTE RECUPERATO"; FRUSTALUPI: "NON CREDO SIA STATO UN BRUTTO NAPOLI"; HAMSIK: "IL NOSTRO IMPEGNO NON SI DISCUTE"

Il Napoli sbriga il suo dovere contro l'ultima della classe negli ultimi 5' di gioco, decidono i gol di Christian Maggio e il rigore di Edinson Cavani che chiude alla grande un 2012 straordinario per lui. Partita nel complesso molto brutta, ma dopo un periodo nero per i colori azzurri, la cosa che più contava era portare a casa i tre punti. Il gioco continua a latitare, ma la speranza più grande è che a gennaio arrivino acquisti mirati per rinforzare la rosa e per poter puntare in maniera decisa alla zona Champions League. Queste le parole dell'implacabile Edinson Cavani, che si dice fiducioso per il prosieguo del torneo: "La vittoria è stata importantissima, avevamo bisogno di andare avanti e garantisco ai tifosi che lo faremo sempre. Abbiamo un gruppo composto da grandi uomini. Ora non guardiamo la classifica, lotteremo sempre per arrivare il più vicino possibile a chi sta lassù. Oggi non è stata facile, era dura e volevamo cancellare il periodo difficile. Ci siamo riusciti, non pensiamo alle ingiustizie e concentriamoci soltanto sulla prossima sfida. Ora ci riposeremo un po' e torneremo con la solita voglia. L'abbraccio a Mazzarri? Ci sta sempre vicino, gli vogliamo bene e lui ne vuole a noi. Siamo uniti. Dedichiamo il successo a Cannavaro e Grava".

Nicolo' Frustalupi parla al posto di mister Mazzarri che non rilascia dichiarazioni per il motivo spiegato dallo stesso Nicolo': "Il mister doveva prendere l'aereo, ed è dovuto scappare subito dopo la partita. Il tecnico fa gli auguri a tutti. Non credo che sia stato un brutto Napoli, il Siena è una squadra da rispettare, noi abbiamo giocato come dovevamo ed abbiamo meritato la vittoria. Il nostro è un gruppo unito, l'abbraccio a Mazzarri è una consuetudine, è successo anche a Genova. Le ultime sconfitte sono state dipese anche dalla sfortuna".

Tocca a Riccardo Bigon, ai microfoni di Marte Sport Live, parlare del match e di mercato: "Oggi abbiamo ritrovato la vittoria dopo due turni di campionato andati male. La prestazione non è stata al livello delle altre, ma il calcio è anche questo. La squadra ha mostrato compattezza e non si è disunita. Siamo secondi in classifica anche se ci hanno tolto due punti che abbiamo conquistato. La sentenza ci penalizza: Cannavaro è stato squalificato a stagione in corso. Abbiamo la forza per reagire e ci compatteremo ancora di più. I nostri legali andranno fino in fondo per evitare questo -2. Inler? Era assente per squalifica, noi abbiamo tanta qualità dalla trequarti, oggi il Siena ha provato a chiuderci. Donadel è pienamente recuperato e può darci una mano. Il mercato? Qualcosa faremo soprattutto in difesa: abbiamo cinque giocatori per tre ruoli. Vargas? Lo vedremo, non è facile sostituire un attaccante, al di là del spendere soldi o meno che è diventato un ritornello. Non è una questione di denaro, ma di trovare soluzioni tecniche appropriate".

Chiudiamo con le parole dello slovacco Marek Hamsik ai microfoni di Sky Sport, che si sofferma anche sulla contestazione dei tifosi e sulle voci che vogliono il Napoli interessato all'attaccante Bobadilla: "Non ci sono state grandi occasioni ma abbiamo disputato una buona prestazione, è una vittoria meritata. Siamo una squadra forte e tutte le piccole ci affrontano come una big. E' sempre difficile giocare, ma in questo momento serviva vincere. Abbraccio tra Maggio-Mazzarri? Siamo un gruppo unito, c'è stato un brutto periodo ma abbiamo combattuto e vinto col cuore. È un successo importante. Non dobbiamo pensare alla Juve ma alla zona Champions, senza Coppa Italia dovremo dare il massimo in Europa League. Contestazione tifosi? Abbiamo sempre sudato la maglia, il nostro impegno non si discute. Mercato? Spetta alla società decidere chi prendere, noi siamo a disposizione e pensare solo a fare bene. Vice Cavani, Napoli su Bobadilla? Edi ha segnato 22 gol in stagione, ma ogni nuovo acquisto è il benvenuto"
  

 

Translate »