AURIEMMA, ECCO LA STRATEGIA DI MERCATO DEL NAPOLI A GENNAIO

NAPOLI. Al sole delle Maldive il telefono di De Laurentiis non conosce sosta. Risponde a tutti il patron del Napoli, a voce oppure con sms, e tiene vivo il rapporto soprattutto col ds Bigon, l'unico dirigente del Napoli che lavora soprattutto nelle festività natalizie. "Ci rinforzeremo a gennaio, ma soprattutto a giugno", ha detto fiero di recente il patron.
DIFESA. A cominciare dal settore gravato dalle squalifiche di Cannavaro e Grava, oltre all'addio ormai prossimo di Aronica. Servono due rinforzi, uno dei quali anche un bel po' esperto. Il nome in cima alla lista è sempre quello di Medhi Benatia, 25enne marocchino che l'Udinese valuta 13 milioni, ma che sarà indisponibile dal 19 gennaio al 10 febbraio: sarà impegnato con il Marocco in Sudafrica per la fase finale della Coppa d'Africa. In Italia piacciono anche Astori del Cagliari (costa 10 milioni) e Andreolli del Chievo (è in scadenza), ma di recente è spuntata la candidatura del portoghese con passaporto di Capo Verde, Rolando Jorge Pires da Fonseca, 27enne centrale in rottura con il Porto dopo quattro stagioni ad alto livello. Quest'anno nemmeno una presenza per il nazionale portoghese con contratto in scadenza 2015, perché è in rottura col club e ha chiesto al suo avvocato di trovargli una squadra in Italia. Ora il mandato a trattare ce l'ha Davide Lippi che l'ha proposto a due club: Inter e Napoli. Costo del cartellino, dieci milioni di euro. La trattativa immediatamente successiva parla ancora portoghese, però porta direttamente a Siena, dove sta spopolando il 24enne Neto. La richiesta è altissima, 8 milioni per un giocatore alla prima esperienza in A, ma il Siena è disposto a trattare, anche perché il Nacional Madeira detiene ancora il 30% del cartellino di Neto. "Sto bene a Siena, ma sono pronto per un grande club", ha detto ieri a Sky.
ATTACCO. Con il Siena, però, potrebbe aprirsi anche un altro tavolo di trattativa legato al ritorno in azzurro di Emanuele Calaiò. Il presidente senese Mezzaroma ne ha parlato con De Laurentiis, proponendo lo scambio di prestiti con Edu Vargas, appetito da anche da due club brasiliani, Gremio e San Paolo. Mazzarri, però, non fa salti di gioia: insiste per Floccari.
CENTROCAMPO. L'idea Banega è del suo manager, Marcelo Simonian, che vorrebbe spostarlo dal Valencia al Napoli. Ha 24 anni, vale 8 milioni di euro e ne guadagna 2,5 all'anno. Per questa cifra Mazzarri predilige il milanista Flamini, sua prima scelta già questa estate. Il francese ha 28 anni, si è ridotto lo stipendio da 4 a 2 milioni ed a gennaio sarebbe ben disposto a trasferirsi in azzurro, anche perché il suo attuale contratto scadrà a giugno. (r.auriemma per tuttosport) capo.fra

Translate »