AMLETO

Si ferma il pallone, a rotolare sono le parole di Benitez. Futuro ancora tutto da scrivere, dichiarazioni da vedo – non vedo, per lasciare aperta ogni possibilità. Resta o va via? E’ la domanda del giorno, destinata a non trovare risposte e certezze. Difficile stabilirlo, molto dipenderà dalla capacità persuasiva del Presidente e dalla volontà di investire per vincere. Nuovi innesti, migliore dal punto di vista organizzative e strutturale: le richieste dell’allenatore seguono la linea della crescita a 360 gradi. Per vincere, non si può lasciare nulla al caso, occorre perfezionarsi, mettersi al passo con gli altri. Altrimenti, con una coppa Italia e (si spera) una Superocoppa, Benitez sarebbe costretto a lasciare, come sempre da vincente. Due trofei in bacheca dopo ventiquattro mesi e, viste le risorse, non si potrebbe chiedere di più. Spiace che le riserve siano state manifestate in prossimità di una gara importante, in un momento calcisticamente felice dopo le paturnie di inizio stagione. Niente distrazioni e massima concentrazione, Il futuro si chiama Cagliari.

Translate »