Allan: “Juventus? Non c’è solo CR7, vogliamo vincere per i nostri tifosi! Persi punti importanti a Firenze e Torino”. E sull’Europa League…

Allan ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli.

Parliamo di Parma, trasferta vinta per 4-0 su un campo difficile.
“E’ stata una grande partita, sono usciti i gol mancati con Fiorentina e Torino, abbiamo fatto grandi prestazioni senza riuscire a segnare. Qui abbiamo segnato 4 gol, la squadra è in fiducia e ne siamo felici”

Firenze e Torino, due partite in cui si è creato tanto, senza segnare.
“Ci sono partite in cui senza creare nulla si vince per 1-0, e altre in cui si fanno 15 palle gol ma non si segna. Siamo rimasti compatti e tranquilli, abbiamo dato fiducia ai nostri attaccanti che potevano sentire il peso di non segnare e abbiamo fatto 4 gol contro il Parma.”

Su Milik:
“Arek è un grande attaccante, lo dimostrano i suoi numeri segna le punizioni, segna di testa, penso che siamo coperti molto bene con lui e Mertens in avanti, spero che lui e Mertens segnino ancora molti gol da qui alla fine”

Mazzarri ha detto che questo Napoli è cresciuto molto, ha elogiato anche te.
“Fa piacere avere elogi da un grande allenatore come Mazzarri, quando entro in campo do sempre il 101%”

Nella formazione sembri essere l’unico certo.
“Io sono sempre disponibile per la squadra, il mister mi dà tanta fiducia e io lo ripago sul campo”

Su Hamsik:
“Marek era un persona stupenda come capitano e come uomo. E’ stato un capitano silenzioso, non aveva bisogno di richiamare i compagni davanti a tutti. E’ stato un esempio, giusto che ora voglia fare una nuova esperienza.”

-16 dopo la vittoria della Juventus a Bologna, il Napoli va a Parma e vince 0-4.
“Non guardiamo la Juve, pensiamo solo a fare grandi prestazioni per chi ci segue in trasferta o da casa. Questo ti aiuta a fare una grande settimana, giochiamo ogni partita come una finale, vogliamo vincerle tutte e poi vedere come finisce.”

Le statistiche dicono: 5 gare senza subire gol, nonostante siate molto offensivi.
“La squadra ha una grande voglia di difendere, tutti danno una mano in difesa, stiamo sulla strada giusta per mantenere la porta inviolata per tante altre partite”

Che settimana è quella di Napoli-Juve?
 “E’ una settimana un po’ particolare, più per la gente fuori che per noi. A noi non importa quale avversario ci sia, lo affrontiamo sempre con la fame di conquistare i tre punti. Con la Juve sarà una partita speciale, entreremo in campo per dare una soddisfazione a questa gente che è sempre con noi. Dobbiamo entrare in campo tranquilli, pensare soltanto a fare il nostro calcio, far divertire la gente e provare a portare il risultato a casa. Stiamo facendo molto bene, proveremo a conquistare i tre punti per avere fiducia in campionato e poi in Europa League”

Juventus ancora imbattuta in Serie A, magari il Napoli la battesse…
“Sarebbe bello vincere, ma noi dobbiamo innanzitutto entrare in campo a fare il nostro calcio, far divertire e cercare di vincere. Abbiamo fame di vittoria, ci darebbe fiducia per il campionato e per l’Europa League”

Sui punti persi con Fiorentina e Torino:
“C’è tanto rammarico per non aver preso quei punti, ripartiamo da domenica per vincere.”

Quanto è importante l’Europa League per voi?
“E’ una competizione importante, anche se dispiace non essere andati avanti in Champions. In Europa League vogliamo dare il massimo, onoreremo la maglia azzurra fino alla fine”

Sul Salisburgo:
“L’anno scorso hanno battuto la Lazio, hanno dato battaglia anche al Marsiglia, non bisogna sottovalutarli perché hanno qualità. Da lunedì in poi ci concentreremo per prepararla al meglio, ora testa alla Juventus”

E’ atteso il pienone al San Paolo, sarà l’arma in più?
“Ci è mancato tanto lo stadio pieno. I tifosi sono il dodicesimo uomo in campo, speriamo che da qui alla fine possa tornare tanta gente allo stadio.”

Come marcherai Cristiano Ronaldo?
“E’ importante pensare alla Juventus in generale, all’andata fu Mandzukic a decidere, non c’è solo Ronaldo. Dobbiamo affrontare la sfida al meglio davanti ai nostri tifosi.”

Sulla Coppa America:
“E’ il mio sogno, si gioca in Brasile. Spero di fare bene col Napoli, di arrivare lontano in Europa League e fare grandi prestazioni. Sono sicuro che così la chiamata arriverà”

Cos’ha di magico Ancelotti?
“Apprezzo la sua semplicità nonostante la sua grande carriera che ha fatto, come allenatore e come giocatore, è sempre una persona umile e penso che ogni giocatore apprezzi un uomo così. Abbiamo grande voglia di vincere per regalare una gioia a questa gente, in questi anni non è arrivato nessun trofeo ma sono sicuro che arriverà presto”

Andrea Mallardo

Studente di scienze politiche, iscritto alla associazione italiana arbitri. Segue il Napoli con passione e oggettività. Ha come diversivi il viaggio e lo scrivere. È alla sua prima esperienza come giornalista sportivo

Translate »